Home » Viaggi » Italia » Puglia » Il Parco Archeologico di Siponto nel Gargano

Il Parco Archeologico di Siponto nel Gargano

visitare nel gargano le basiliche di siponto

Antico e contemporaneo si sposano a Siponto, nel territorio di Manfredonia, lì dove è possibile visitare le basiliche paleocristiane e l’abbazia di San Leonardo.

Molti credono che il Gargano sia solo il suo mare, sbagliandosi di grosso. Il Gargano è incluso nella Daunia, antica subregione della Puglia, la quale è ricca in paesaggi, ma anche in storia, arte e architettura. In questo articolo, desidero farti scoprire il Parco Archeologico di Siponto, nel territorio di Manfredonia.

Siponto, dove antico e contemporaneo si uniscono

Prima del blog tour organizzato dal Comune di Mattinata, non sapevo nemmeno dell’esistenza del sito di Siponto.

Proprio qui, poi, ho visto alcune delle cose più interessanti della zona. Del resto, dopo la divertente visita alle grotte marine del Gargano, ci voleva un bel tuffo, metaforico, nel passato.

Il Parco Archeologico di Siponto rientra nel territorio di Manfredonia, città della provincia di Foggia e nota località di turismo balneare. Il sito si trova nell’area interna, completamente immerso nel paesaggio pugliese, caratterizzato dalla terra dorata e dal verde degli ulivi.

Per me, si tratta di uno dei siti da visitare nel Sud Italia almeno una volta!

Abbazia di San Leonardo in Lama Volara

L’abbazia di San Leonardo risale al XII secolo d. C. Gestita originariamente dai frati agostiniani, passò ai frati dell’Ordine Teutonico: Siponto divenne il loro centro operativo pugliese. I Teutonici l’abbandonarono due secoli dopo e la gestione del sito passò nelle mani delle autorità locali. Quando Gioacchino Murat divenne Re di Napoli (XIX secolo d. C.), ne soppresse l’ospedale e da qui iniziò il declino del sito.

abbazia di san leonardo di siponto nel gargano

L’abbazia di San Leonardo era stato un centro molto attivo sul territorio, un complesso monastico operoso e un punto di riferimento per i pellegrini di passaggio in Puglia. Attualmente la chiesa è attiva e si sta lavorando tanto per ridare vita e valore a tutto il complesso.

ospedale abbazia di san leonardo di siponto

Il portale dell’abbazia è molto bello, infatti attira l’attenzione di tutti. Meritava di essere fotografato!

portale dell'abbazia di san leonardo di siponto

Le basiliche di Siponto

Fanno parte del Parco archeologico di Siponto la chiesa di Santa Maria Maggiore e la basilica “rinata” grazie all’ingegno di Edoardo Tresoldi. Siponto è una frazione di Manfredonia, la cui origine è antichissima. Il sito fu occupato dai Dauni, poi divenne colonia greca e infine colonia romana. Attualmente, oltre a essere un quartiere residenziale di Manfredonia, Siponto è una località di grande interesse storico e culturale.

santa maria maggiore di siponto

Santa Maria Maggiore è una chiesa del I secolo d. C., a pianta quadrata e realizzata in romanico pugliese. La facciata è il punto forte della basilica, che all’interno è molto semplice e conserva reliquie di San lorenzo Maiorano. La chiesa medievale sorge nelle adiacenze dei resti di una basilica paleocristiana, la stessa che l’opera di Edoardo Tresoldi ha voluto riportare alla luce.

basilica paleocristiana di siponto in rete metallica

La realizzazione della basilica di rete metallica è stata una vera e propria sfida per questo territorio, che gli enti competenti e le autorità vogliono valorizzare nel migliore dei modi possibili. Di certo l’opera di Tresoldi ha qualcosa di estremamente attraente, grazie a quei giochi ottici e di prospettiva creati dalla rete. Neanche a dirlo, quando è illuminata la basilica metallica dà il meglio si sé: alla luce del giorno si prede gran parte dell’effetto da ologramma dell’installazione.

Devo dire, le basiliche sono state davvero una sorpresa! Credo che siano da pubblicizzare molto, molto di più. Sono riuscita a incuriosirti? Mi auguro di sì.

A presto!

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

3 commenti su “Il Parco Archeologico di Siponto nel Gargano”

  1. Che spettacolo! Il Gargano, tra l’altro, è diventata una meta meno gettonata, oscurato com’è dal Salento. Il che me lo rende ancora più amabile. Io vi ho trovato solo splendore…

  2. Pingback: Puglia in camper | Il Mondo di Athena - Travel Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.