Home » Viaggi » Italia » Veneto » Visitare Padova in un giorno

Visitare Padova in un giorno

visitare padova in un giorno

Cosa visitare a Padova

Oggi desidero portarti con me a Padova, una piccola città del Veneto che a me non è dispiaciuta affatto. Anche in questa occasione, ti propongo un itinerario che ti permette di visitare Padova in un giorno e fare tappa ad alcuni dei luoghi più interessanti della città. Tranquillo, saprò anche suggerirti dove andare a mangiare e bere uno spritz!

Prato della Valle

Uno dei simboli della città è Prato della Valle. È la piazza più grande della città, ma anche una delle maggiori in Italia. Secoli fa, Prato della Valle era un ampio spazio adibito alle adunanze militari e poi un mercato. Be’, in verità i mercatini ci sono anche adesso! Le particolarità della piazza è la presenza dell’isola, chiamata Isola Memmia, a forma ellittica, circondata dalla canaletta e dal doppio anello di statue. Per arrivare a Prato della Valle bisogna attraversare tutto il centro storico di Padova: le distanze non sono affatto importanti, è una bella passeggiata che puoi anche fare senza troppa fretta.

visita di padova piazza delle erbe

Con calma, anzi, ti consiglio di fermarti al Caffè Pedrocchi. È un posto che merita di essere citato e visitato, perché si tratta di una vera e propria istituzione padovana: un caffè di lusso ma, prima di tutto, storico. Per cui, non hai scuse: devi fermarti per un caffè o, se preferisci, per lo spritz. Sì, perché la città dello spritz è Padova!

prato della valle a padova

Come ti dicevo, la strada verso Prato della Valle è ricca di sorprese e una di queste è Piazza delle Erbe. La sua “gemella” è Piazza della Frutta: non ci vuole molto a capire come mai si trova il mercato anche qui. Le due piazze sono divise dal Palazzo della Regione, ospitante i Musei Civici.

La basilica di Sant’Antonio

Nei dintorni di Prato della Valle, si trovano il Duomo e la Basilica di Sant’Antonio da Padova. Il duomo è di tutto rispetto, ma la basilica santuario è davvero molto bella e particolare, tanto all’interno quanto all’esterno. Ha delle caratteristiche la rendono inconfondibile, un po’ come San Marco di Venezia

basilica di sant'antonio da visitare a padova

Dal di fuori scorgi le numerose cupole, ma la meraviglia è dentro ed è quel cielo blu stellato degli affreschi, che ricorda moltissimo l’opera di Giotto alla Cappella degli Scrovegni. Se lo desideri, nella basilica puoi vedere le reliquie del Santo, ma è ben più interessante visitare il chiostro, nel quale puoi ammirare gli esterni della chiesa da un’altra prospettiva. In piazza, c’è un’opera di Donatello: il monumento equestre al Gattamelata.

Giotto a Padova: la Cappella degli Scrovegni

Uno dei motivi per cui tornerei di corsa a Padova è avere la possibilità di vedere qualcosa che ho perso, cioè l’Orto Botanico, ma per visitare nuovamente una meraviglia dell’arte medievale: la Cappella degli Scrovegni. La cappella affrescata da Giotto mi ha lasciato a bocca aperta per lo stupore: è indescrivibile. Il blu del cielo stellato è intenso, ma non meno delle espressioni dei personaggi biblici rappresentati.

visita alla cappella degli scrovegni di padova
Foto di Turismo Padova

Tutta l’opera richiama l’Apocalisse e il Giudizio Universale, con una drammaticità tale da far venir i brividi e, nello stesso tempo, provare quel piacere dei sensi che solo l’arte può dare. Ti suggerisco di prenotare la cappella con un certo anticipo e ti ricordo che la visita alla Cappella degli Scrovegni dura esattamente 30 minuti, ma puoi ammirarla solo per 15 minuti. Proibito quasi respirare, figurati fare foto: ti allego una foto presa dal web. Solo a Napoli ho potuto intravedere qualcosa di simile e se dico intravedere è perché purtroppo gli affreschi sono quasi persi: sto parlando di Donnaregina vecchia.

Dove mangiare a Padova: qualche consiglio

Bene, direi che dopo tanto camminare ti meriti anche qualche dritta per riempire lo stomaco. Per una pranzo o una cena veloci, ti avrei raccomandato Brek, un ristorante self service di nuova generazione, ma ha chiuso. Mi hanno detto che per qualcosa di veloce puoi andare al Bar dei Osei, per un panino con la porchetta – e lo spritz. Be’, se è detto da chi vive a Padova, mi fido! Nel caso, fammi sapere.

padova piazza dei signori

Il secondo suggerimento è più adatto a una cena rilassata e chic. Poco distante da Piazza dei Signori, che è nei pressi di Piazza delle Erbe, si trova l’Antico Brolo. Il ristorante propone piatti della tradizione veneta e nazionale; be’,  i ravioli con radicchio e taleggio erano una bontà, te li stra consiglio! Ti avviso, però, che l’Antico Brolo non è adatto per una cena proprio low cost, ma ne vale la pena.

antico brolo ristorante dove mangiare a padova

Chiusa la parentesi gastronomica, devo terminare qui con Padova. Spero che questo giro di un giorno abbia stuzzicato la tua curiosità. Mi raccomando, se invece hai già visitato la città, raccontami la tua storia! A presto.

 

Bruna Athena

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

4 commenti su “Visitare Padova in un giorno”

  1. Che eleganza, merita sicuramente una visita approfondita. Prato della Valle poi mi ricorda tantissimo Piazza Erbe a Verona. Già mi vedo in quel caffè a sorseggiare un buon espresso prima di partire e gironzolare per la città! 😉
    Buon fine settimana Bruna!

  2. Pingback: Assisi cosa vedere | Il Mondo di Athena - Travel Blog

  3. Pingback: Regalare un viaggio | Il Mondo di Athena Travel Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.