Home » Viaggi » Italia » Lombardia » Reggia di Monza: visita, biglietti e orari d’ingresso

Reggia di Monza: visita, biglietti e orari d’ingresso

Reggia di Monza: visita, biglietti e orari

Oggi desidero parlarti della visita alla Reggia di Monza. La conosci? Ho appurato che molte persone non ne hanno mai nemmeno sentito parlare. Eppure non è un palazzo qualsiasi, ma una villa reale situata nel cuore della città di Monza. Se ti va, scopriamola insieme!

La Reggia di Monza: la storia e la visita agli appartamenti storici

Uno scorcio del parco della Reggia di Monza

La Reggia di Monza è una grande villa neoclassica, realizzata nel Settecento, presso la città di Monza.

La sua costruzione e il suo allestimento furono eseguiti in circa tre anni. L’opera fu eseguita da un abile discepolo di Luigi Vanvitelli, Giuseppe Piermarini. Committente della villa fu Ferdinando d’Asburgo, uno dei numerosi figli di Maria Teresa d’Austria, sovrana illuminata.

Sala da pranzo

La Reggia di Monza doveva fungere, per la casa reale e per la nobiltà, da residenza estiva e di puro ozio. Veniva abitata tra il mese di giugno e il mese di ottobre, mentre in inverno gli Asburgo dimoravano a Milano.

Nel corso del dominio di Napoleone, attorno alla villa reale fu realizzato il grande parco che oggi attira i cittadini che vogliono godere del verde e delle attività all’aria aperta e va ad estendere i giardini reali già presenti fin dal Settecento.

Il Parco della Reggia di Monza è molto esteso e fruibile durante tutto l’anno

In seguito, gli Asburgo tornarono a utilizzare la villa per qualche tempo. Alla conclusione del processo di unificazione dell’Italia, in reggia subentrarono i Savoia.

A viverci, anche se non fin da subito, furono Umberto di Savoia e sua moglie Margherita. E poi più nessuno, almeno non di sangue reale: Umberto fu assassinato a Monza e i Savoia non vollero più metter piede nella residenza.

Parte dei suoi arredi furono trasferiti, infatti, al Quirinale di Roma da Vittorio Emanuele III, figlio di Umberto.

Ragion per cui, cosa c’è da visitare nella Reggia di Monza? La visita è in parte guidata: ogni piano viene e sezione viene introdotta da guide che ti introducono agli ambienti, per lo più ben conservati.

Atrio del primo piano della Villa Reale

La prima sala a cui si fa accesso è la Sala da ballo. In seguito, si visitano altre sale che sono state salotti e camere da gioco, appartamenti della nobiltà e di altri membri della casa reale.

Le stanze ancora ammobiliate sono soprattutto gli appartamenti privati di Umberto e Margherita. Proprio per questo, credo che siano gli ambienti più interessanti della reggia.

La sala Guardaroba del re Umberto

In primo luogo, il guardaroba tanto del re tanto della regina già sono in grado di suscitare un pizzico di invidia: la stanza armadio, per Zeus!

La stanza da bagno del re Umberto

Però, e questo è un particolare su cui le guide si soffermano molto, la reggia era stata ammodernata dai Savoia: c’era ovunque l’energia elettrica e acqua corrente calda e fredda. Più del guardaroba, alla regina credo di aver invidiato LE stanze da bagno!

La camera da letto della regina Margherita

All’ultimo piano, dove è situato il belvedere, ad ora è sono esposte opere di arte contemporanea della Biennale Giovani. Sei appassionato di arte contemporanea? Mi auguro per te di sì…

Reggia di Monza: biglietti

Attualmente nella Reggia è in corso l’esposizione Le donne di Dante di Maria Micozzi

Sebbene sul sito web sia indicato che la prenotazione è obbligatoria, posso confermare che se c’è disponibilità nel turno è possibile anche acquistare i biglietti in loco. Ad ogni modo, consiglio sempre di prenotare.

Ecco le tariffe dei biglietti della Reggia di Monza:

  • 10€ per gli adulti sopra i 26 anni;
  • 8€ dai 3 ai 25 anni, per gli over 65;
  • gratis per bambini dai 0 ai 3 anni, per disabili e accompagnatori.

Naturalmente, al momento dell’ingresso al sito devi presentare il biglietto e il Green Pass.

Reggia di Monza: orari

La Reggia di Monza è visitabile il sabato e la domenica, dalle 10:30 alle 18:30. C’è un turno di visita ogni quarto d’ora.

Una delle opere della Biennale Giovani esposte in villa. La cimice è un di più!

Come raggiungere la Reggia di Monza

Raggiungere la villa reale è abbastanza semplice, con mezzo privato o con il trasporto pubblico. Monza è un centro di piccole dimensioni e dista davvero poco da Milano.

Ecco le possibile alternative per raggiungerla:

  • autobus, dal centro di Monza: linee Z221 (transita anche per la stazione centrale di Monza) e Z208;
  • treno, viaggiando con Trenord (i collegamenti tra Monza e Milano Centrale sono frequenti);
  • auto, che puoi parcheggiare in uno dei tanti parcheggi situati nel parco.

La nostra visita alla Reggia di Monza non era prevista. In realtà, per diversi mesi è stata proprio chiusa per ragioni burocratiche, ma ha riaperto. Credo che sia un bel sito da visitare, magari in primavere o estate, così da poter trascorrere un po’ di tempo anche nel parco – però, te lo dico, in autunno il foliage è bellissimo e si vedono gli scoiattoli!

A presto,

Bruna Athena

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.