Home » Viaggi » Italia » Le più belle città di mare della Costa degli Dei in Calabria

Le più belle città di mare della Costa degli Dei in Calabria

costa degli dei

La Costa degli Dei: il mare turchese e i tramonti infuocati della Calabria

La Costa degli Dei è un tratto di litorale tirrenico compreso tra Pizzo Calabro e Nicotera, nel territorio di Vibo Valentia. Qualche anno fa abbiamo avuto l’occasione di essere ospiti di amici proprio da quelle parti, così abbiamo trascorso circa una settimana spostandoci di spiaggia in spiaggia. Con questo articolo, quindi, desidero farti conoscere meglio le più conosciute località marittime della Costa degli Dei, così da esserti di ispirazione per le tue prossime vacanze al mare, se ti va.

Alla scoperta della Costa degli Dei

Le più belle spiagge della Costa degli Dei

Come ti dicevo, siamo stati ospiti di amici e non abbiamo avuto il “problema” dell’alloggio. Eravamo però in un paesino sulla collina, Zaccanopoli, quindi distanti dal mare di alcuni chilometri. Questo ha fatto sì che visitassimo diverse spiagge della Costa degli Dei, comprese in alcune delle mete più rinomate della zona. Tropea è proprio una di queste, ma non è la sola di cui desidero parlarti. Infatti, siamo stati più volte a Capo Vaticano, a Parghelia e Zambrone.

Capo Vaticano

capo vaticano spiagge

Capo Vaticano è una delle località più conosciute della Costa degli Dei, e appartiene al comune di Ricadi. È da essa che prende il nome il famigerato amaro! Per quel che mi riguarda, una delle preferite. Per quanto sia molto frequentata, resta comunque uno di quei posti abbastanza tranquilli, almeno fino agli inizi di agosto. Ci sono lidi e spiagge libere non molto ampie, ma circondate dal verde – e per me questo è un plus! -, strisce sabbiose interrotte da rocce. Mi è piaciuto molto stare lì, fare il bagno in acque limpide e fare un giro in pedalò per osservare la costa. Le spiagge sono molto riparate, e anche quando c’è vento il mare è molto calmo. Tolto il fatto che di solito qui il fondale è subito profondo, questa caratteristica di Capo Vaticano fa sì che essa sia una meta adatta anche alle famiglie con bambini. In ogni caso, la cosa più bella avviene quando il sole inizia a calare: il paesaggio si tinge d’oro e ho trovato ciò molto poetico.

capo vaticano

Tropea

Tropea è anche più conosciuta e rinomata di Capo Vaticano. Nonostante sia un centro grazioso e vivace, non mi ha fatto impazzire. C’è folla, soprattutto di sera, e stare in spiaggia, benché il mare sia davvero molto bello, per me è stato più un patimento. Infatti, non spira un alito di vento e il caldo si fa maledettamente sentire. Cipolle rosse deliziose a parte, tuttavia Tropea è il punto di partenza per un gita che noi, purtroppo e con sommo rammarico, non abbiamo avuto occasione di fare: la minicrociera nelle Isole Eolie.

tropea spiagge

Nel caso tu non voglia essere cretino come noi, ti consiglio di farla. Attenzione, però: se soffri il caldo, meglio farlo in quei periodi dell’anno in cui la calura si fa sentire meno, ovvero giugno o settembre. Se si becca la giornata davvero afosa, la gita alle Eolie può tramutarsi in un’uscita anche poco piacevole.

tropea isole eolie

Proprio di ritorno da Tropea, lungo la strada, ho assistito a uno dei più bei tramonti della mia vita. Ho visto il mare e il cielo rosso fuoco, il sole scendere alle spalle di una delle isole – Vulcano o forse Stromboli. Ho voluto vedere tutto fino alla fine, fino a quando quel rosso non si è trasformato in un grigio blu desaturato. È stato qualcosa di incredibile!

Zambrone e Parghelia

Zambrone e Parghelia mi sono piaciute tanto, per ragioni che ormai sono più che intuibili, se riferite a me: sono molto meno frequentate di Tropea, il mare è fantastico e la spiagge sono più selvagge. Parghelia è il maggiore centro sul mare tra i due, mentre Zambrone si trova più all’interno. La prima possiede in prevalenza un litorale sabbioso abbastanza esteso, mentre la seconda ha spiagge più rocciose.

costa degli dei parghelia

Sono posti in cui si è anche soli in spiaggia, in particolar modo se il mare è mosso. E ciò non succede poi così di rado: a differenza di Capo Vaticano e Tropea, qui la costa è più esposta e aperta, così le correnti si fanno sentire. Nonostante ciò, siamo stati molto bene. Parghelia ci è sembrata abbastanza quieta, forse la preferita per chi preferisce trascorrere qualche giorno al mare lontano dalla confusione o in famiglia. Se dovessi scegliere dove tornare, sarebbe proprio a Parghelia, se non a Capo Vaticano.

zambrone spiagge

Tornerei volentieri in Costa degli Dei. Per il mare, certo, ma anche per esplorarne i dintorni – anche quelli siciliani! -, perché della Calabria conosco davvero poco. Ad esempio, non ho conosciuto il “tartufo” di Pizzo Calabro: a me sembra davvero una grande mancanza! E tu cosa conosci della Calabria? Scrivilo nei commenti, se ti va.

A presto!

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.