Home » Viaggi » America » Racconto di un viaggio alle Isole Hawaii

Racconto di un viaggio alle Isole Hawaii

viaggio alle hawaii

Viaggio alle Hawaii: il racconto e i consigli di Loris Castagnini per scoprire il meraviglioso arcipelago vulcanico dell’Oceano Pacifico.

“Honolulu, arrivoooo!!!!” 

Chi abbia guardato almeno una volta nella vita il film Disney La spada nella roccia forse ricorda questa esclamazione di Mago Merlino. Ero bambina, all’epoca, e ignorantella in geografia, poi ho scoperto che Honolulu si trova in un posto fantastico: le Isole Hawaii. In pieno Oceano Pacifico, si trova questo arcipelago vulcanico di una bellezza ineffabile, che va ben oltre le spiagge di sabbia bianca. Dire Isole Hawaii significa dire Natura: lussureggiante, luminosa, prorompente. 

Ahimè, il mio momento per visitare le isole non è ancora arrivato ed è per questo che ho voluto leggere, nonché ospitare qui sul blog, il racconto del viaggio alle Hawaii di Loris Castagnini. Ho notato il suo amore per le mete che hanno tanto da offrire agli amanti della natura e così gli ho chiesto di parlarmi delle Hawaii. 

Ciao Loris, sono felice di ospitarti sul mio blog! Prima di cominciare, vuoi presentarti ai lettori?

Aloha!
Ciao Bruna, è un onore per me scriverti ed essere ospitato qui! Iniziamo con quello che faccio per poter viaggiare: mi occupo di web marketing, aiuto le aziende a sviluppare la loro strategia di comunicazione. È un lavoro che chiede impegno incondizionato e senza orari. Per questo motivo devo organizzarmi molto bene se voglio viaggiare.

La mia curiosità mi spinge a guardarmi intorno per cogliere “sensazioni”: segnali che arrivano da ogni dove. Il vento, i suoni, i disegni delle nuvole, un tramonto, una vetta, un prato, un semplice fiore. Ogni cosa intorno a noi è di una bellezza indescrivibile e piena di particolari unici ed irripetibili. In questo modo mi arricchisco.

Appena posso, stacco tutto e me ne vado in giro per il mondo richiamato da questi “segnali”.

cosa vedere alle hawaii

Da quel che ho capito hai sempre viaggiato, scegliendo mete non banali e che colpiscono per la loro bellezza paesaggistica. Da cosa proviene l’amore per i viaggi e la natura?
L’amore per i viaggi proviene dalla persona che mi è accanto. Lei è una viaggiatrice incallita. Ti dico solo che il suo primo viaggio non appena compiuti i 18 anni lo ha intrapreso con un’amica a Parigi con 200 mila lire in tasca e una borsa piena di crackers e scatolette di tonno. Quello fu il loro budget ed il loro cibo per una settimana. Gli unici soldi a disposizione furono spesi tutti tra musei palazzi e quanto si potesse visitare.
Il nostro obiettivo è: viaggiare il più lontano possibile fino a quando le forze ce lo permetteranno per poi avvicinarsi verso mete più abbordabili godendo delle meraviglie attorno a noi.

Il tuo viaggio alle Hawaii era organizzato o fai-da-te?
Il viaggio è stato “fai da te”: tutto organizzato dalla persona al mio fianco. Ha scelto le tre Isole secondo lei più interessanti: Ohau, Maui, Kauai.
La sua strategia è: sbriciare in Rete, acquistare le Guide Lonely Panet (solo quelle!) tornare in Rete, verificare luoghi, tragitti, strutture recettive, escursioni, luoghi e momenti caratteristici. Dopo essersi fatta tutto il programma, ci appoggiamo alla nostra agenzia di fiducia che pianifica tutti i contratti al meglio delle condizioni economiche. In questo modo otteniamo il miglior prezzo e la sicurezza di avere un punto di riferimento in Italia 24/24.

kauai spiagge
Beach in Kauai, Loris Castagnini

Sono un’amante dei vulcani, quindi sono tutta orecchie: come sono i famosi vulcani delle Hawaii?
Mi spiace doverti deludere ma l’isola con i vulcani attivi l’abbiamo scansata. Non perché non sia di mio/nostro interesse: io sono talmente affascinato dai vulcani che potrei tranquillamente finirci dentro da quanto ne sono attratto. Per dirti, in Islanda, la visita all’area dei Vulcani è stata un’esperienza meravigliosa che prima o poi ripeterò in modo ancor più estremo.
Alle Hawaii, invece, abbiamo optato per altre meraviglie che, ti assicuro, sono altrettanto incredibili ed impagabili. Il fascino hawaiano è davvero qualcosa di paragonabile alle favole. Non appena ti allontani dalla “civiltà” ti immergi in una tavolozza di colori che hanno qualcosa di diverso, di speciale. I colori sono diversi, non c’è nulla da fare. I Verdi, i blu, i marroni, i colori caldi dei fiori che sono ovunque hanno quasi una luce dentro da quanto sono luminosi.

Cosa consigli di fare e vedere durante un viaggio nelle isole hawaiane?
Non hai che l’imbarazzo della scelta. Per farti capire quanto c’è da fare ti dico solo che la guida Lonely Planet di riferimento è composta da più di 700 pagine! Posso dirti alcune cose che abbiamo scelto nei nostri 20 giorni di viaggio itinerante.
Honolulu e la spiaggia di Waikiki ovviamente sono dei must: molto turistici come luoghi e pieno di giapponesi. Sembra di essere su una spiaggia di Tokyo più che negli States. Questa è una caratteristica di questa parte dell’isola. Moltissimi giapponesi nel dopo guerra si sono stabiliti qui. Con il tempo hanno raggiunto un numero davvero alto di presenze sia stanziali che turistiche. Tieni conto che il Giappone dista solo 4 ore di aereo contro le 6 da Los Angeles.

cosa vedere alle hawaii honolulu e waikiki
Waikiki, Pixabay

Pearl Harbour e la sua baia dove la flotta americana venne affondata. La Corazzata USS-Arizona ancora oggi rilascia qualche goccia di carburante. Lo vedi affiorare quando sei sopra a quello che rimane. È un luogo molto affollato ma, al contrario di qui, tutto si svolge con ordine, educazione ed in modo perfetto per cui nemmeno ti accorgi della moltitudine di gente che hai davanti. La visita è molto toccante.

cosa vedere alle hawaii pearl harbour
Memorial Park Pearl Harbour, Loris Castagnini

Maui: l’alba sul Vulcano Haleakalā nel Parco Nazionale omonimo. Indescrivibile! Un paesaggio lunare talmente veritiero che i primi astronauti simularono qui la loro permanenza sulla Luna. Il momento dell’alba ti riporta all’inizio dei Tempi. Ho un video che documenta la nascita del Sole accompagnata da un canto di ringraziamento di chi era accanto a noi. Un’esperienza che porterò nel cuore per sempre.

Maui: La Strada per Hana. 630 curve e migliaia di luoghi incantati, angoli di paradiso nascosti qua e là. Un viaggio da 16 ore in auto tra tragitto e momenti di scoperta irripetibili. Durante il tragitto può capitarti di trovare dei piccolissimi ristori dove tre o quattro persone vendono prodotti del luogo: ananas, banane, passion fruit o prodotti artigianali. Sono a mio avviso gli ultimi Hippies e vivono con la Natura e poco più.
Kauai: la chiamano “The Garden Island” per farvi capire a cosa andate incontro. È la più antica isola e la più incontaminata, vi offre momenti e spettacoli mozzafiato, percorsi di trekking e canyon spettacolari. Ha una caratteristica particolare: la terra rossa. Mentre ti scrivo sto indossando la T-shirt acquistata in un negozietto, colorata con la loro terra. Le chiamano Red Dirt Shirt.

viaggio alle hawaii visitare Haleakalā
Crateri di Haleakalā, Pixabay

Qual è il periodo migliore per un viaggio alle Hawaii?
Per una visita itinerante l’estate è senz’altro un buon periodo (Giugno-Ottobre), ma si tratta di un clima tropicale per cui anche nella stagione invernale le temperature si discostano di poco dai valori medi. Sono molto servite da linee aeree da ogni dove per cui non ci sono particolari difficoltà ad arrivarci in ogni periodo dell’anno. Le position, sottovento o sopravento, di alcuni luoghi sono le uniche vere differenze.
Le Hawaii sono isole particolarmente umide: può piovere e tornare il sole in men che non si dica, adornando la tua giornata con arcobaleni di ogni tipo.

Le Isole Hawaii fanno parte degli Stati Uniti d’America, ma hanno una cultura ben diversa da quella del continente: cosa puoi dirci delle tradizioni locali e delle persone?
Dipende da dove vai: le Hawaii hanno avuto un’ascesa velocissima dal dopo guerra in poi ed i prezzi delle case e dei terreni hanno iniziato a salire vertiginosamente. La popolazione indigena ha fatto sempre più fatica a tenere il passo. Oggi moltissimi hawaiani vivono per strada o in gruppi di tende che spesso spostano come nomadi, per non diventare degli accampamenti di disperati. Questo succede ad Ohau, ad esempio, mentre nelle altre isole si “sente” molto di meno.
La vita è costosissima: la cosa più semplice che puoi acquistare costa 5$ ( una bottiglietta d’acqua, una pallina di gelato, una banana, …) per cui è difficilissimo per gli abitanti vivere in quei luoghi.
Le tradizioni ad ogni modo sono tutelate e vengono tramandate. In ogni luogo si vive la tradizione hawaiana: sorrisi e rituali sono all’ordine del giorno anche tra i visitatori.

viaggio alle hawaii cultura e tradizioni
Ballerini hawaiani, Pixabay

Puoi dare pochi ma importanti consigli pratici per chi è in partenza?
Il viaggio è lunghissimo, ci troviamo a 12 ore di fuso orario dall’Italia. Uno scalo di un giorno o due a Los Angeles ad esempio è necessario per alleviare il peso del volo.
Le Hawaii sono da visitare, in ogni sasso e in ogni angolo. Serve un equipaggiamento comodo, da trekking e qualche abito un po’ più casual, se alloggerete negli hotel di lusso. Ho avuto la fortuna di soggiornare durante le mie tappe in meravigliosi hotel, lo Sheraton a Kauai o il Prince Hotel Waikiki a Honolulu. Se il viaggio non comporta serate di gala ma visite e curiosità vi sentirete comunque a vostro agio anche in abiti molto comodi.

Per concludere, che emozioni ti ha regalato questo viaggio?
Le Hawaii sono la meta ambita di moltissime persone, è il viaggio dei sogni posizionato nella stanza dei desideri della nostra mente.

È un viaggio faticoso, ma ti regala emozioni uniche tra le più belle che puoi vivere. È Natura vestita a festa. È Natura che mostra i muscoli. È Natura che ti culla nel nostro habitat naturale.

Amo viaggiare in questi luoghi naturali per ammirare le bellezze di questo Pianeta, che mai finirò di scoprire e mai finirò di ringraziare per le bellezze che ci offre incondizionatamente.
Quel viaggio è stato il trampolino di lancio per molte altre avventure. Fino a quando ne avremo la forza e il fiato continueremo a scoprire luoghi nuovi. Non si può andarsene da qui senza sapere in quale Paradiso abitiamo.
Mahalo!

A questo punto, ogni parola è superflua: Loris ha perfettamente ragione, perché le Hawaii ora più che mai abitano i miei sogni di viaggio. Come dico spesso, sono nata all’ombra di uno dei vulcani potenzialmente più pericolosi d’Europa: al richiamo della Natura muscolosa e festaiola non so proprio resistere. Spero che il racconto di Loris ti abbia incuriosito e che i suoi consigli possano esserti d’aiuto. Se hai visitato anche tu le Isole Hawaii, racconta la tua esperienza! A presto.

Bruna

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

38 commenti su “Racconto di un viaggio alle Isole Hawaii”

    1. Eh sì, di sicuro richiede molta organizzazione e, mi sembra di capire, anche di un bel budget a disposizione. In ogni caso, ne varrebbe la pena!

  1. Si, penso che le Hawaii siano davvero quasi uno stereotipo del viaggio paradisiaco, la vacanza perenne, fuga dai problemi e pace incondizionata. Chi non vorrebbe andarci? 🙂
    Onestamente non sapevo che la popolazione autoctona fosse in difficoltà soprattutto economiche, credevo che il turismo garantisse un buon tenore di vita anche ai locali. Sono contenta di sapere che le tradizioni vengono mantenute, mi piacerebbe saperne di più al riguardo.
    Mi è molto piaciuta anche la definizione “natura vestita a festa, natura che mostra i muscoli”. Davvero pittoresca! 🙂 Spero un giorno di andarci, anche se dubito che tornerei indietro! 🙂

  2. Stefania Ciocconi

    Kauai e i suoi vulcani deve essere meravigliosa per chi come me ama il trekking! Sono così lontane che non le mai prese in considerazione ma non si sa mai in futuro 🙂

  3. Un vero sogno, almeno per me, anche se come dice un vecchio detto “mai dire mai”! Intanto ti ringrazio per avermi fatto conoscere il tuo ospite che riceverà a brevissimo una mia visita!

  4. Fanno senza dubbio parte della mia lista di posti da vedere :le Hawaii!!di sicuro leggere le sue risposte e le sue emozioni mi ha fatto ancora più voglia di vederle e viverle!!!peccato che siano così costose

  5. Che sogno le Hawaii!! Loris mi ha trasmesso moltissima passione per queste isole! Anch’io scelgo molte mete a partire dall’aspetto naturalistico e paesaggistico, sono imprescindibili!!

  6. Pingback: G' Day March - Viaggiando A Testa Alta

  7. io sono stata ad un passo da questo paradiso, ma ho preferito, non so se a torto o ragione, andare a visitare San Francisco, perchè pensavo che non sarei mai più tornata sulla west coast (cosa che invece è successa), credo che sia un posto davvero magico, fatto di storia, leggenda e posti incredibili. Mi è piaciuto molto questo racconto.

    1. Ad onor del vero, anche San Francisco per me è un sogno di viaggio. Credo che troverò il modo di visitare entrambe, prima o poi: non ho fretta 😛

  8. Che racconto spaziale! Mamma mia, le Hawaii… Chissà se ci andrò mai, sperdute come sono in mezzo all’oceano. Mi piacerebbe molto però. Credo siano la classica tappa da fare almeno una volta nella vita!

  9. Concordo sul fatto che le Hawaii siano una destinazione da sogno, ma non sapevo della difficoltà di vita degli indigeni. Bella intervista, forse solo troppo breve perché ha appena stuzzicato la mia curiosità sulle isole!

  10. Che colori meravigliosi le tue foto. Luoghi che sanno emozionare di una bellezza naturalistica unica, chissà magari una prossima meta di viaggio.

  11. Le Hawaii fanno parte dei miei futuri viaggi. Ma a differenza del tuo ospite io andrei SOLO per i vulcani. Vedere da vicino una colata lavica di un vulcano effusivo? Il mio sogno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.