Home » Viaggi » Italia » Italia on the road: itinerari e consigli per il road trip perfetto

Italia on the road: itinerari e consigli per il road trip perfetto

italia on the road le regioni da visitare in auto

Consigli utili per on the road in Italia e itinerari da percorrere.

Lo diciamo sempre: l’Italia è tutta bella. E certo che lo è! Nella nostra penisola, puoi spostarti in aereo e in treno, ma non ovunque con la stessa facilità. La bellezza delle regioni italiane sta nelle grandi città d’arte, nella varietà dei paesaggi, nella presenza di borghi e paeselli, che rendono ogni panorama più poetico. Qual è la cosa migliore da fare, in alcuni casi? Organizzare un road trip, quindi un viaggio su 2 o 4 ruote per scoprire anche i posti più nascosti del nostro Bel Paese. L’Italia on the road è un’avventura da vivere, almeno una volta nella vita.

Italia on the road: consigli

Ho avuto la fortuna di spostarmi tanto in Italia: conoscere il mio Paese per me è fondamentale. Molto spesso ho preso l’aereo, per raggiungere le isole, oppure mi sono spostata con il treno ad alta velocità, in particolar modo per raggiungere le grandi città: Torino, Milano, Roma, Firenze e Bologna.

Tante altre volte, è stato molto più comodo spostarmi in auto. In qualche caso, perché non c’era altra soluzione comoda, a volte perché così ci piaceva fare. Nel paragrafo successivo, ti suggerisco qualche itinerario relativo a luoghi che ho visitato per diversi giorni. Non potrei parlarti di regioni in cui non sono stata o sono stata troppo poco. Prima di parlarti degli itinerari, però, desidero darti alcuni consigli utili: i viaggi in auto sono elettrizzanti, ma richiedono un po’ più di preparazione. Ecco i miei suggerimenti:

  • Noleggia l’auto in loco. Perché questa è la soluzione migliore? Perché riduce notevolmente i tempi per gli spostamenti maggiori, quelli che interessano il raggiungimento della prima tappa del tuo on the road in Italia. Prima di partire, consulta un motore di ricerca come NoleggioAuto.it per prenotare in anticipo il tuo mezzo di trasporto a 2 o 4 ruote. In seguito, acquista il biglietto del treno o dell’aereo per la tua prima tappa. Questo genere di soluzione è perfetta se vuoi raggiungere Sicilia e Sardegna nel minor tempo possibile e dedicarti completamente al road trip in queste splendide (e immense) regioni.
  • Seleziona i posti da visitare. Questa fase di preparazione dell’ on the road italiano è la più dura, almeno per me. Mi piacerebbe vedere tutto, ma ovviamente è impossibile! Per cui, cartina alla mano, fai mente locale e stabilisci le tappe da fare, renditi conto delle distanze in gioco: è una questione di tempistiche. Il tuo itinerario deve essere ragionevole, se ti poni l’obiettivo di vedere determinati luoghi. Naturalmente, nessuno ti vieta di non programmare un bel nulla e di andare dove ti porta il cuore: sarà un’Italia on the road vissuta alla giornata, con maggiore spirito d’avventura.
  • Fai attenzione al budget. Gli spostamenti hanno un costo, anche elevato lungo alcuni tratti di autostrada italiana. Visto che dovrai pur fare benzina, mangiare, bere, dormire e far visita ad alcuni culturali, dovrai pur tener conto del budget che hai a disposizione. Per abbattere i costi, puoi sempre scegliere le strade alternative, che sono quasi sempre le più pittoresche, ma non le più veloci per giungere alla meta. Informati prima circa lo stato di percorribilità delle strade: è più prudente e ti evita brutte sorprese.
  • Non dimenticare navigatore e carica batterie. Può anche capitare di ritrovarsi in luoghi in cui non prende nulla: a noi è successo, in Sardegna – poi te lo racconterò in un altro post. Sono casi rari, la rete prende bene più o meno ovunque. Essere attrezzati di navigatore è una buona idea, anche se non mi fido al 100%. Allo stesso modo, è sempre meglio avere la power bank carica, prima di rimettersi in marcia, così al meno non ti muore lo smartphone all’improvviso.

Per quel che riguarda il resto, pensa a tutto quello di cui hai bisogno a seconda delle mete di destinazione: bisogna avere buonsenso. Ad esempio, devo proprio dirti che devi avere le catene o le ruote termiche se vuoi gironzolare in Abruzzo, sul Gran Sasso in pieno inverno? Non devo, spero.

Gli itinerari in auto per scoprire l’Italia

L’ho premesso fin dal principio: ogni regione italiana andrebbe visitata in auto, perché si è più liberi e meno condizionati dagli orari e dall’offerta del trasporto pubblico o privato. D’altro canto, ci sono alcune regioni d’Italia che si prestano notevolmente agli on the road.

viaggio on the road in sicilia gole dell'alcantara
Gole dell’Alcantara, Sicilia

Sicilia e Sardegna

Le prime fra tutte sono Sicilia e Sardegna, che preferisco raggiungere in aereo: in circa un’ora sei sulle isole, prendi l’auto e parti per la tua avventura. Sono anche molto estese, motivo per cui un road trip va attentamente studiato, nei minimi dettagli. La Sicilia ha un patrimonio culturale immenso: le grandi città vanno visitate. La prima fra tutte, che consiglio anche perché quest’anno è la Capitale italiana della Cultura, è Palermo. Se ancora non hai letto il mio post, posso consigliarti cosa visitare a Palermo in un weekend e mi dirai se ti è venuta voglia di andarci! Ad ogni modo, i piccoli centri siciliani non sono trascurabili. Basta pensare a Taormina, dalla quale si raggiungono, in pochi minuti di auto, le Gole dell’Alcantara; ad Aci Trezza e Aci Castello, nei dintorni di Catania, e a Noto, perla del barocco siciliano. Conosco abbastanza bene la Sicilia orientale: il mio prossimo road trip vedrà protagoniste Trapani e Agrigento.

sicilia on the road visita a ragusa
Castello di Donnafugata, Ragusa

Preparare un road trip in Sardegna non è cosa facile: anche qui avrei voluto vedere ogni spiaggia, ogni isola, tutti i borghi costieri e interni. È un’impresa impossibile da realizzare, in una sola volta. Vuoi un consiglio spassionato? Concediti tanti giorni di viaggio oppure concentrati su di un’area in particolare: il settentrione è più conosciuto, ma ti garantisco non c’è angolo di Sardegna che non valga la pena visitare. Tornata entusiasta dall’escursione all’arcipelago della Maddalena, sono rimasta molto colpita dalla varietà di attività da fare e cose da vedere nel Golfo di Orosei, nel centro della costa orientale. Quella sì che è Sardegna autentica!

Liguria

In Liguria non sono andata che in auto! Scelta, credo, del tutto azzeccata. Percorrerla da est a ovest è la cosa migliore da fare, molto banalmente. Si passa da Portofino e Santa Margherita Ligure, per fare tappa, poi, a Genova. Quest’ultima non è una città con la quale ho un particolare feeling, ma è pur sempre una delle più grandi città storiche italiane: bisogna dedicarle qualche giorno. A Savona bisogna andare per assaggiare la farinata, che qui si cuoce nel forno a legna, proprio come la pizza. Poi si procede man mano verso il confine italiano, toccando le località più note, come Alassio e Sanremo, ma anche quelle meno scontate, ma molto graziose: penso a Campo Ligure, Finale Ligure, Noli e Borgio Verezzi. Su quattro ruote, ci si può anche allungare fino alla Costa Azzurra e al Principato di Monaco: noi lo abbiamo fatto, sono davvero vicini.

finalborgo road trip in liguria
Finalborgo, il borgo medievale di Finale Ligure

Toscana

Un bel on the road in Italia ti porta nei caratteristici paesaggi della Toscana: io li guarderei per ore! C’è da fare una precisazione: alcune delle maggiori città toscane sono raggiungibili con il treno. Firenze è lo snodo principale, infatti da qui si prende il treno per Lucca, Pistoia e poi Pisa, l’autobus per andare a Siena e, credo, anche verso qualche altro centro. D’altra parte, ci sono quelle piccole località che non puoi perderti: una di queste è San Gimignano. Va bene, è raggiungibile anche senza auto, ma se volessi poi trascorrere il pomeriggio a Certaldo, città boccaccesca, e una tranquilla serata a Monteriggioni, sorseggiando Chianti e guardano un cielo stellato da mozzare il fiato? E se volessi cenare a base di fiorentina e spaghetti all’elbana a Colle Val d’Elsa? Il punto è questo: alcuni posti, di notte, rendono meglio – ancora di più se si mangia pure divinamente.

italia on the road viaggio in toscana
Certaldo, Toscana

Basilicata

Purtroppo, diciamo pure che la Basilicata senza auto è quasi impraticabile. Per fortuna, invece, è una regione che può accontentare i gusti di tutti: amanti del mare e della montagna, dei laghi e degli sport estremi, del vino e del buon cibo. Si passa per i laghi di Monticchio (nella foto di copertina), si fa tappa a Matera, una città italiana che va vista una volta nella vita. Si procede verso ovest, per dirigersi verso le Dolomiti lucane e, solo dopo aver conosciuto Castelmezzano e Pietrapertosa, si riscende verso il mare: Maratea è uno dei centri più noti della Basilicata, solo che tutti credono che sia in Calabria! Equivoci a parte, qui il mare è splendido e le spiagge molto rilassanti.

basilicata on the road dolomiti
Castelmezzano

Be’, avrei anche altro da dirti: sulla Campania, l’Alto Lazio, l’Umbria e la Puglia. Magari ne parliamo tra qualche tempo. Mi farebbe piacere sapere se hai mai fatto un viaggio in auto e, soprattutto, dove vorresti andare per il tuo prossimo on the road. Aspetto di conoscere la tua storia! A presto.

Bruna Athena

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

88 commenti su “Italia on the road: itinerari e consigli per il road trip perfetto”

  1. Concordo con te che purtroppo l’auto è il mezzo migliore per godersi l’Italia, soprattutto se si lasciano le strade principali per le varie provinciali . Da Toscana giro spesso per la mia regione, ma sono arrivata fino in Basilicata on the road!

  2. Stefania Ciocconi

    Ottimi consigli! Io ho fatto dei viaggi on the road in Puglia e Toscana e devo dire che amo scoprire nuovi borghi e i prodotti enogastronomici. Prossimamente spero di andare in Sicilia ma ancora non ho deciso in quale zona.

  3. Adoro l’Italia e ogni volta che posso ci torno e mi concentro su una zona. Normalmente arrivo in aereo e noleggio una macchina per perdermi tra strade minori e paesaggi mozzafiato. Devo dire che negli ultimi anni (per la mia felicità) ho notato un cambiamento anche nei prezzi delle auto a noleggio: una volta erano molto cari, oggi invece competono con quelli di Spagna e Portogallo.

  4. 2 anni fa ho fatto un on the road in Puglia ed è stato splendido. Il prossimo vorrei organizzarlo in Sicilia per visitarla in lungo e in largo ma mi servono 2 settimane e al momento non riesco. Ma questo viaggio è solo rimandato.

  5. Ottime guide, io adoro fare dei lunghi giri in macchina, hai la possibilità non solo di raggiungere posti più “ostici” da raggiungere con i mezzi, ma puoi anche fermarti, come hai detto, ad assaporare una deliziosa serata sorseggiando vino e mangiando del buon vino in un ristorantino tipico del posto… Adoro!

  6. Gli on the road sono spesso il modo migliore per visitare le bellezze italiane. Si attraversano paesaggi incredibili e si vivono emozioni che altrimenti non sarebbero le stesse! Davvero un bell’articolo!

    1. Non sono sempre il massimo del relax e richiedono organizzazione, però a me piacciono. Una cosa che mi piace fare è pensare a una compilation da ascoltare. Ricordo i brani che ci hanno accompagnati in giro per l’Italia!

  7. Mi piace tantissimo andare a scoprire luoghi sconosciuti in giornata. Un on the road in ognuna delle 20 regioni italiane mi è sempre piaciuto, e vorrei organizzarlo in un prossimo futuro. Sicuramente seguirò tutti i tuoi consigli sul come organizzarlo.

  8. quante volte ho pensato di fare l’Italia on the road, ma poi tra costi, traffico etc mi sono sempre tirata indietro. Avevo anche pensato di comperare una guida “straniera” dell’Italia per vedere cosa consigliano…. magari un giorno…

  9. Vivendo all’estero abbiamo l’obbiettivo di un viaggio serio in Italia da un bel po’. Io vorrei fare un bel giro della Toscana, Umbria, Marche e Lazio (a parte Roma é una zona che non conosco x niente). Vorrei anche rivedere Napoli e farmi bene la costiera. Grazie per i tuoi consigli

    1. Eheheh della Campania non ho ancora parlato, perché è la mia regione e voglio approfondirla in un altro momento. Se vuoi dritte, passa di qui!

  10. In Italia preferisco di gran lunga i viaggi in auto e on the road, un’unica eccezione: la Sicilia, perché è stato meno oneroso prendere un volo che arrivarci in auto! Sul fatto che il nostro paese è incredibile e regala sorprese ad ogni angolo concordo pienamente con te!

  11. Uno dei miei sogni: un viaggio on the road lungo tutta l’Italia!!!però mi piacerebbe tantissimo farlo con il mio mezzo,un Van camperizzato che prima o poi comprerò in ogni caso hai visto un sacco di Italia e ti invidio per questo (invidia sana eh) io ho sempre optato per mete lontane, perché spesso risultano più economiche(lo so,sembra assurdo) ma paesaggisticamente e storicamente parlando, noi abbiamo uno dei paesi più belli del mondo e voglio trovare il tempo e il modo per godermelo quando sarà il momento giusto!

    1. Non hai torto, in effetti: a volte fare un viaggio qui costa di più. Tuttavia, uno dei miei obiettivi è dimostrare che è possibile visitare anche la Sardegna senza spendere un patrimonio: ci sono riuscita! Il punto è sempre lo stesso: come vuoi vivere un luogo? Nel caso che ti ho citato, la Sardegna, ero più che sicura di voler stare lontana da “Briatore” e non solo perché non me lo posso permettere, ma anche e soprattutto perché so che la Sardegna autentica è altrove!

  12. Caspita hai ragione: l’Italia andrebbe visitata tutta! Io sogno da tempo un on the road come si deve in Sicilia, in ricordo anche di un bellissimo viaggio fatto tanti anni fa con i miei genitori. Partiti da Belluno e arrivati ad Agrigento in macchina!

  13. Scoprire l’Italia on the road e’ davvero il massimo, sorattutto per visitare i borghi e godersi il paesaggio. Ogni regione ha le sue peculiarita’ e meriterebbe almeno un post a tema: per me una meta immancabile e’ l’Umbria. Ma anche il Veneto non scherza!

  14. Concordo con te, l’auto è il mezzo migliore per scoprire le meraviglie del nostro paese! Qualche anno fa ho fatto un bellissimo road trip che mi ha portato da Bologna al Salento! Un’avventura stupenda!

  15. Quando faccio un on the road all’ estero penso a come fanno gli stranieri quando vengono in Italia…dico io, come fanno a scegliere un posto o l’ altro?? In Italia non si può scartare niente!

  16. Ho meditato molto sul tuo post: ci sono veramente tantissime cose da valutare! Poi mi è venuta in mente la Calabra perché fino a qualche anno fa ci andavo spesso a visitare parenti vari: bellissima regione con tantissime cose da vedere ma purtroppo collegata male coi mezzi pubblici, ideale da fare on the road ma purtroppo organizzata male su questo punto di vista. E così ti passa la voglia di visitarla! Peccato!

    1. Credo che si stia smuovendo qualcosa; ti consiglio di dare un’occhiata alla guida di Anas sui percorsi da fare nel Sud, Calabria compresa: ti può aiutare a decidere un itinerario da seguire senza troppo stress.

  17. L’Italia on the road credo sia uno dei viaggi più entusiasmanti da fare, si trova di tutto, montagna, collina, mare e città!
    Mi dispiace ma non abbiamo nulla da invidiare a nessun altro paese del mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.