Home » Viaggi » Italia » Campania » Parco Vergiliano a Piedigrotta: le tombe di Virgilio e di Leopardi

Parco Vergiliano a Piedigrotta: le tombe di Virgilio e di Leopardi

PArco Vergiliano a Piedigrotta

Il Parco Vergiliano a Piedigrotta è un parco urbano di Napoli, situato nei pressi della Stazione di Mergellina e ai piedi della collina di Posillipo. Viene anche chiamato Parco della Tomba di Virgilio, ma formalmente custodisce le spoglie mortali di Giacomo Leopardi, ragion per cui viene anche denominato Parco della Tomba di Leopardi.

È un piccolo parco, nato lì dove i Romani pensarono bene di creare una galleria. È piacevole trascorrerci un po’ di tempo, per allontarsi dal caos (soprattutto quello del fine settimana) di Mergellina. In estate, starci un po’ è anche più piacevole. Essendo a tutti gli effetti un luogo di rilevanza storica, vale la pena visitarlo se si è nei paraggi.

Argomenti del post

Il Parco Vergiliano a Piedigrotta

Il Parco Vergiliano a Piedigrotta viene spesso confuso con il Parco Virgiliano. Quest’ultimo è un altro grande parco di Posillipo, ma si trova nei pressi della Discesa Coroglio, tra la Baia di Trentaremi e il Parco Archeologico del Pausilypon.

Il Parco di Piedigrotta, come il nome dice, si trova invece in una zona del quartiere storico di Chiaia: Piedigrotta, per l’appunto. Per intenderci, il parco si estende alle spalle della Stazione di Mergellina e dà verso Posillipo. Come dicevo, è un parco piccolo, che si sviluppa in altezza, avvolgedosi alla collina, fino ad arrivare all’accesso della grotta romano, meglio conosciuta come Crypta Neapolitana.

Il Mausoleo di Giacomo Leopardi nel Parco Vergiliano di Piedigrotta

La crypta è una galleria scavata nel tufo, lunga oltre 700 metri, che è servita ai Romani per rendere più agevoli le comunicazioni tra Napoli e Pozzuoli. Gli autori latini l’hanno citata spesso e, grazie ai testi e ai reperti archeologici, sappiamo che probabilmente nei pressi della grotta si celebravano i riti in onore del dio Priapo, ma con più probabilità per il dio Mitra greco-romano.

Il culto di Mitra, in seguito, è andato a sostituirsi al culto cristiano della Vergine Odigitria, di cui Piedigrotta è rimasto il centro propulsore. All’ingresso della grotta, infatti, sono visibili i resti degli affreschi che rappresentano la Vergine. Nel frattempo, però, i riti sono stati “spostati” nella vicinissima Chiesa di Santa Maria di Piedigrotta.

Tutto questo cosa c’entra con Virgilio? Be’, devi sapere che noi napoletani abbiamo due forme spiccate di simpatia: per la magia e per la morte. Virgilio è un personaggio su cui abbiamo fantasticato assai: pretendiamo che abbia nascosto l’uovo magico nelle segrete del Castel dell’Ovo e che abbia costruito, da solo, la Crypta Neapolitana in una notte. Be’, qualcun altro se l’è addirittura immaginato come compagno di viaggio nell’Oltretomba. Questa è un’altra storia, però.

Tornando a Napoli, dov’è sepolto Virgilio? Secondo quel che si crede, in una piccola struttura a pianta circolare, situata nel parco e poco distante dall’ingresso della crypta. In realtà, Virgilio è morto a Brindisi e la struttura di cui ti ho parlarto è colombario, quindi comunque un monumento funerario.

E dove si trova, invece, la tomba di Leopardi? Salendo verso la grotta, ti imbatti nel mausoleo eretto al di sotto di una cavità tufacea. Anche per quel che riguarda la sepoltura di Giacomo Leopardi, i fatti sono avvolti nel mistero. Formalmente, Leopardi è sepolto nel Parco Vergiliano a Piedigrotta, per decreto regio di Vittorio Emanuele III. I discendenti di Leopardi ritengono, però, che il suo corpo fu deposto nel Cimitero delle Fontanelle, nel Rione Sanità di Napoli. E ciò potrebbe essere accaduto, nonostante i tentativi dell’amico Antonio Ranieri di scansare al poeta la fossa comune. Pare, infatti, che a stroncare definitivamente la vulnerabile vita di Leopardi sia stato il colera.

Come arrivare al Parco di Piedigrotta

Come raggiungere il Parco Vergiliano a Piedigrotta

Per arrivare al Parco di Piedigrotta, prendi la metropolitana linea 2 fino alla fermata di Mergellina. Fai qualche foto alla stazione, perché è bella bella e, uscendo, procedi verso la tua destra. Imbocca la strada che porta verso la galleria, senza superare la Chiesa di Piedigrotta, passa sotto al ponte: trovi il parco immediatamente alla tua sinistra.

La Stazione di Mergellina di Napoli

Orari di apertura del Parco Vergiliano a Piedigrotta

Il Parco Vergiliano a Piedigrotta osserva i seguenti orari:

  • chiuso il martedì e in caso di forte vento e pioggia;
  • aperto il lunedì e dal mercoledì alla domenica, dalle 8.45 alle 14.45.

L’ingresso al parco è gratuito. Se ti trovi a fare una passeggiata sul lungomare, potresti fare una breve tappa per visitarlo. Se, probabilmente, il nome “Piedigrotta” non ti è nuovo, una ragione c’è. Per lungo tempo, la Festa di Piedigrotta è stato un degli eventi folkloristici tra i più sentiti a Napoli.

Sarebbe troppo complicato parlare qui della festa, che si tiene l’8 settembre. Per ora, ti basti sapere che la festa ha ereditato qualcosa dei riti antichi romani, si è arricchita di carri, di suonatori di flauto, di parmigiane di melanzane e opere liriche, fino a essere associata al Festival della canzone napoletana. Quanto è stato importante il festival per i napoletani? Guarda il film Operazione San Gennaro e te ne renderai conto 😉

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.