Home » Viaggi » Italia » Lombardia » Cosa vedere a Monza in un giorno

Cosa vedere a Monza in un giorno

Cosa vedere a Monza in un giorni

Desideri scoprire cosa vedere a Monza in un giorno o poco più? Be’, Monza è un centro urbano poco distante da Milano e non molto esteso: in un giorno o due puoi visitare Monza e i suoi siti più interessanti. Ho avuto l’occasione di esserci di passaggio per due volte, quindi posso darti qualche dritta, che spero possa tornarti utile per future esplorazioni!

Il centro storico

Al pari di altri piccoli centri lombardi, come Mantova e Cremona, Monza possiede un centro storico piccolo e concentrato, ben collegato con la stazione centrale.

Cosa vedere a Monza: il centro storico

Non appena intraprendi il cammino, è la strada stessa a condurti nei punti più significativi della città. Basta procedere lungo Via Italia, una delle principali strade del centro, con il fiume Lambro – in linea d’aria – alla tua destra. Così, incontri le piazze e i monumenti più rappresentativi di Monza: la Chiesa di Santa Maria in Strada, lungo Via Italia stessa; Piazza Trento Trieste, dove il Monumento ai Caduti fa da punto di riferimento per chi vuole ritrovarsi in centro (io vi trovai il mercato!); svoltando a destra, entri in Piazza del Duomo, sulla quale si affaccia la cattedrale (ne parlerò meglio nel prossimo paragrafo); più in là, il Palazzo Comunale, ossia l’Arengario.

Monza, centro storico: l'Arengario

Ai miei occhi il centro storico di Monza è sembrato grazioso e pieno di vita, pur essendo più tranquillo di Milano – e questo mi sembra anche abbastanza ovvio. Insomma, si fa “passeggiare”.

Potrebbe interessarti anche: Cremona, cosa vedere in due giorni

La Cappella di Teodolinda e la Corona Ferrea

Il Duomo di Monza visto dall’alto. Credits: Visit Monza

Visitare la Cappella di Teodolinda, custodita nel Duomo di Monza, era per me una delle priorità a sfondo turistico. Bene, in questa impresa sono riuscita!

La Cappella di Teodolinda celebra le vicende della regina longobarda, dai preparativi del matrimonio con Autari fino all’episodio in cui lo Spirito Santo le avrebbe indicato dove costruire quello che poi divenne il Duomo di Monza stesso.

Cosa vedere a Monza: duomo, dettagli
Duomo di Monza, portale

Considerato il gran numero di scene nuziali, si ritiene che il ciclo pittorico celebri indirettamente il connubio tra la famiglia dei Visconti e la famiglia degli Sforza. Infatti, la cappella è stata realizzata nel Quattrocento, quando Bianca Maria Visconti andò in sposa a Francesco Sforza. La Cappella di Teodolinda però gode di un’altra particolarità: conserva la Corona Ferrea.

Monza, cosa vedere: complesso museale del Duomo di Monza
Complesso museale del Duomo di Monza

La Corona Ferrea è custodita con gran rispetto perché considerata una reliquia nientepopodimeno che della crocifissione del Cristo. Costituita da sei placche d’oro, decorate con gemme preziose, al suo interno vede la presenza di un cerchio metallico, che sarebbe stato creato dalla fusione di un chiodo della crocifissione.

Monza, Torre di Teodolinda
La Torre di Teodolinda

In verità, l’anello metallico è d’argento e ciò rende davvero improbabile la sua origine “divina”. Tuttavia, di divino la Corona Ferrea ha comunque il suo valore, se così si può dire. Anche se non sappiamo quanti re siano stati con essa incoronati, anche se è difficile seguirne le vicissitudini – per diverso tempo è stata conferita in Sant’Ambrogio a Milano, poi è passata a Monza, è arrivata fino a Vienna, per tornare nel capoluogo brianzolo -, la Corona Ferrea fu indossata da Federico I Barbarossa, dai successori di Carlo Magno e perfino Napoleone si fece rappresentare nell’indossarla. È abbastanza ovvio: potarla sul proprio capo significava giustificare l’esser re per volere di Dio. Eppure, essa è curiosamente troppo piccola per essere indossata da un adulto – segno che fu parecchio rimaneggiata nel corso dei secoli.

Ti lascio di seguito maggiori informazioni sulla visita:

  • prenotazione obbligatoria;
  • lunedì chiuso;
  • martedì- sabato: 9:00 – 13:00, 14:00 – 18:00; domenica 14:00 – 18:00;
  • visita guida sempre inclusa nel biglietto: intero 8€, ridotto 6€, 4€ per under 14, museo + cappella 14€, famiglia 10€ (2 adulti + 1 under 14)

La Reggia di Monza e il parco

Avete presente quella visita che tanto vorreste fare ma, niente, non vi riesce? Purtroppo, non sono ancora riuscita a visitare la Reggia di Monza, una delle attrazioni maggiori della città. La villa è stata costruita dagli Asburgo, quindi risale al periodo di dominazione austriaca nel Nord Italia. Se ti piacciono i palazzi reali, è quasi superfluo dirlo: la visita ti piacerebbe. Sono visitabili alcuni appartamenti reali e i giardini, prenotabili a questo link.

Parco della Reggia di Monza

Il parco annesso alla Reggia, però, è davvero uno dei luoghi preferiti dai cittadini, da quel che ho visto passandoci. Immagina una sorta di piccolo bosco cittadino, dove passeggiare e fare sport, prendere il sole, giocherellare con il cane. Insomma, il parco è il primo luogo in cui tutti cercano un momento di relax, quando finalmente il clima lo permette.

L’autodromo

Al di là del parco, ed è qui che mi hanno portata, c’è il famoso autodromo di Monza. Ok, io non sono un’amante della guida, però non nascondo un certo qual interesse per l’alta velocità – se a guidare sono gli altri! Avevo chiesto di vedere il parco, invece mi hanno portata a vedere il circuito: l’ho trovato comunque divertente, un’esperienza per me inedita. E ti dirò di più: non mi dispiacerebbe percorrerlo in auto!

L’ingresso all’Autodromo è gratuito, mentre tutte le altre attività sono a pagamento. Cosa si può fare? Il giro della pista con la propria auto, il tour in auto con i piloti e anche i corsi di guida. Se l’esperienza ti stuzzica, dai un’occhiata al regolamento dei track days.

Come arrivare a Monza

Monza si raggiunge facilmente da Milano in auto e in treno, nonché con autobus dall’aeroporto Milano Linate. In treno, i collegamenti tra le città avvengono su Porta Garibaldi, Greco Pirelli e Milano Centrale.

Per raggiungere Monza direttamente da Linate, puoi affidarti alle autolinee Trenitalia o Starfly

E tu sei mai stato a Monza, hai altro da raccontarmi della città?

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.