Home » Viaggi » Italia » Le 12 spiagge più belle d’Italia

Le 12 spiagge più belle d’Italia

Le 11 spiagge italiane più belle

Desidero parlarti delle mie spiagge preferite, tanto incantevoli che ritengo possano considerarsi alcune delle più belle d’Italia. Te ne mostrerò tante, da Nord a Sud.

Le spiagge italiane sono sabbiose e sono rocciose, hanno acque color smeraldo e mare blu cobalto. Possono farsi apprezzare tanto dai più desiderosi di relax quanto da chi cerca un’immersione totale nella natura. Scopriamo insieme alcune delle più belle spiagge d’Italia!

(Aggiornato al 2021)

12 spiagge tra le più belle d’Italia

Come ti dicevo, ti parlerò delle mie spiagge preferite. Si tratta di quelle che più mi hanno colpito, nelle mie peregrinazioni lungo tutta la nostra penisola.

Per me è scontato, ma lo sottolineo a scanso di equivoci: sono tanti i luoghi di Italia che ancora non ho visitato, quindi non posso citare spiagge anche più belle, ma in cui ancora non sono mai stata. Mi fa piacere pensare che, nel tempo, potrò aggiornare questo articolo 😉

La Baia delle Sirene, Massa Lubrense

Spiagge italiane: Baia delle Sirene, Massa Lubrense
Baia delle Sirene, Massa Lubrense

Ho scoperto la Baia delle Sirene solo lo scorso anno. Al momento, è la mia spiaggia preferita nei dintorni di Napoli. Mi piace perché il mare è profondo, di quel color turchese quasi abbagliante sotto il sole. È una spiaggia rocciosa, adatta a chi non ha particolare preferenza per la sabbia. È accessibile solo da mare e dal lido privato, piuttosto costoso. Be’, una volta tanto, possiamo fare il sacrificio!

Leggi l’articolo per sapere dove andare al mare a Napoli e dintorni

Infatti, a luglio abbiamo pagato ben 40€ a persona per parcheggio, ombrellone e due lettini – ad agosto la tariffa è la stessa.

Le Saline, Palinuro

Spiagge italiane: la Saline di Palinuro, Cilento
Le Saline di Palinuro, Lido Mijeo

Il bagno presso le Saline di Palinuro è ormai una ricorrenza annuale, da anni. Il mare di questa zona del Cilento è meraviglioso, la costa è a tratti sabbiosa e a tratti rocciosa. Questo rende Palinuro una località ideale per chi ha voglia di trascorre qualche giorno al mare in un contesto molto tranquillo e ricco, da un punto di vista paesaggistico.

Scopri di più sul Cilento

Le spiagge di Palinuro sono diverse, ma la nostra preferita è quella delle Saline. È una striscia di sabbia lunga qualche chilometro, dove si alternano lidi e spiagge libere. Il nome ne tradisce la caratteristica: il mare alle saline è limpido e molto salato. Noi amiamo andare al Lido Mijeo, dove la sabbia chiara e tra le rocce si formano gli strati di sale. Lo trovo un posto bellissimo.

Al Lido Mijeo per parcheggio, ombrellone e due lettini a luglio abbiamo pagato 20€.

La Secca di Castrocucco, Maratea

Spiagge italiane: Maratea
Secca di Castrocucco, Maratea

La Secca di Castrocucco è un posto a cui mi sono subito affezionata, perché il mare è come piace a me: profondo e verde, racchiuso tra isolotti e grotte marine.

La Secca è una spiaggia di Castrocucco, località di Maratea. Si tratta del tratto più roccioso della Costa di Maratea, che prende tutto il litorale tirrenico della Basilicata. I lidi sono bellissimi, estremamente curati. Forse sono cari per chi frequenta per abitudine il posto, ma non posso dire che lo siano per i miei standard.

Le tariffe del Solarium la Secca si differenziano a seconda della postazione. Infatti, le tariffe più economiche riguardano le postazioni in scogliere, mentre il prato è leggermente più costoso. A luglio la scogliera costa 18€ e ad agosto 20€, sono sempre compresi parcheggio, ombrellone e lettini.

Porto Ghiacciolo, Monopoli

Spiagge italiane: Porto Ghiacciolo, Monopoli
Porto Ghiacciolo di Monopoli

Di certo qualcuno penserà che ci sono spiagge più belle in Puglia. Sì, non ne dubito, ma ciò non toglie che a me Porto Ghiacciolo è piaciuto tantissimo.

Porto Ghiacciolo è situato nel territorio di Monopoli, piccola insenatura nei pressi di un castello. La spiaggia non è molto ampia, ma c’è posto per tutti: lido, bar e area a libero accesso. Il mare lì è calmo, trasparente, attraversato da correnti di acqua calda e acqua molto fredda. Per questa ragione si chiama Porto Ghiacciolo!

Vai nel pomeriggio e dimmi se non è un posto rilassante!

La Baia dei Mergoli, Mattinata

La Baia dei Mergoli nel Gargano

Una spiaggia della Puglia che mi è piaciuta incredibilmente e che consiglio a tutti di visitare, soprattutto non in alta stagione, è la Baia dei Mergoli.

Alla scoperta delle bellezze del Gargano

Situata nel territorio di Mattinata, la Baia dei Mergoli è conosciuta anche come Baia delle Zagare e si trova nei pressi dei Faraglioni di Puglia. Il posto è isolato, perché vi si può accedere da mare oppure dalle strutture ricettive della località. Alte e bianche falesie calcaree, ciottoli, acque turchesi che non dimenticherò mai: ecco cos’è la Baia dei Mergoli. A giugno il mare è un po’ freddo, ma si sta divinamente.

Cala Fuili, Dorgali

Spiagge italiane: Cala Fuili, Sardegna
Cala Fuili, Golfo di Orosei, Sardegna

Quando ripenso a Cala Fuili mi viene il magone: è una sintesi di nostalgia per la Sardegna e rammarico per non aver potuto visitare le altre meravigliose cale del Golfo di Orosei, in Sardegna – vento e mare grosso, purtroppo, hanno sconvolto i nostri piani.

Alla scoperta di Cala Gonone e dintorni

Cala Fuili è una delle spiagge più accessibili della zona, in quanto basta percorrere solo una gradinata per raggiungerla. Fatto questo sforzo minimo, si vive il mare nel modo più essenziale possibile: ci si sistema all’ombra di qualche olivo, si resta stupiti di quanto il mare sardo riesca a conservarsi limpido anche quando è agitato, si fa amicizia con le caprette libere di arrampicarsi sulle rocce.

Sì, ho parlato di capre.

Cala Corsara, Isola di Spargi

Spiagge italiane: Cala Corsara, Spargi
Cala Corsara di Spargi, Arcipelago La Maddalena, Sardegna

Resto in Sardegna, per parlarti di Cala Corsara. Questa spiaggia è una (delle tante) dell’isola di Spargi, appartenente all’Arcipelago di La Maddalena. E vabbè, stiamo parlando di un parco nazionale che è famoso per il suo mare che ha dell’incredibile. E sul serio credo di aver visto lì un paesaggio marittimo dalla bellezza sublime.

Il racconto del tour dell’Arcipelago di La Maddalena

Oltre alle acque ora azzurrine e ora blu cobalto, quel che mi è piaciuto tanto di Spargi è stata la quasi assoluta selvaticità. Sull’isola ci sono davvero pochissime abitazioni. Vale la pena fare il tour dell’arcipelago per vederla.

Tonnara di Palmi, Reggio Calabria

La Tonnara di Palmi è una famosa spiaggia della Costa Viola della Calabria. Ha anche un altro nome, ossia spiaggia dell’Ulivarella. Questa denominazione particolare proviene dalla presenza degli ulivi secolari che si aggrappano, tenaci, ai faraglioni.

Scopri di più sulla Costa Viola

La Tonnara di Palmi è bella per questo, ma anche perché è rimasta essenziale, a suo modo. Ci sono pochi lidi e spiagge libere, che, nonostante la presenza di numerosi bagnanti, resta molto tranquilla. In altre parole, è tutto il contrario dello spiaggione ben attrezzato sul quale devi sorbirti, per ore, i tormentoni musicali estivi.

Portopalo di Capo Passero, Sicilia

Spiagge italiane: Portopalo di Capo Passero, Sicilia
Portopalo di Capo Passero e Isola delle Correnti, Sicilia

Eccoci a una perla della Sicilia, una spiaggia dalle mille sfumature di azzurro. Portopalo di Capo Passero si trova nel territorio di Pachino, a poca distanza da Marzamemi, in provincia di Siracusa.

Scopri le più belle spiagge di Siracusa e dintorni.

È un posto di una bellezza superba, in cui l’Isola delle Correnti si fa testimone dell'”abbraccio” tra Mar Ionio e Mar di Sicilia. Nelle ore di punta è molto frequentato, per cui consiglio di andarci la mattina presto o, perché no, nel tardo pomeriggio.

Riva del Marchese, Monte Argentario

Spiagge italiane: Porto Ercole, Riva del Marchese
Spiaggia di Riva del Marchese, Porto Ercole, Monte Argentario

A Riva del Marchese ci siamo ritrovati senza averlo programmato. Avevamo semplicemente deciso di andare all’Argentario e al mare. Così, abbiamo deciso di recarci a Porto Ercole e abbiamo cercato una spiaggia attrezzata in cui stare per qualche ora, prima di ripartire.

Ed eccola trovata: Riva del Marchese. Mi è piaciuta tanto perché questa piccola insenatura è del tutto avvolta dal verde lussureggiante del Monte Argentario. Mi ha ricordato Ischia! Devo dire, però, che Riva del Marchese è l’unica spiaggia toscana in cui sono stata.

Spiaggia dei Pescatori, Noli

La Spiaggia dei Pescatori di Noli e il borgo. Foto di lafrancifranca

Ed eccoci arrivati fin su in Liguria! A me è piaciuta tanto la Spiaggia dei Pescatori di Noli, una piccola cittadina della provincia di Savona.

Di certo in Liguria ci sono spiagge più suggestive, ma ho un ricordo particolarmente piacevole di Noli. La Spiaggia dei Pescatori è ampia, dispone di molto spazio liberamente accessibile ed è vicina al centro storico della città. Noli è orgogliosa di definirsi la Quinta Repubblica Marinara: è un borgo molto antico che, a suo tempo, deve aver avuto la sua sfera di influenza nella regione.

Mi è piaciuto molto stare lì perché il mare era bello pulito, cristallino e profondo, la passeggiata pedonale molto curata, il borgo medievale era lì, alle mie spalle, pronto per essere esplorato. Insomma, mi piace la spiaggia cittadina, ma di una città che non è solo un centro balneare, ma un pezzo di storia.

Is Arutas, Oristano

In Arutas è stato amore a prima vista, anche se la sua spiaggia non è esattamente ciò che intendo per comodità. Situata nel territorio di Cabras, in provincia di Oristano, Is Arutas è un lungo tratto di spiaggia che, insieme a Mari Ermi, possiede due caratteristiche che la rendono unica: un mare di un colore tanto intenso da abbagliare, la spiaggia di quarzi.

I servizi in spiaggia sono pochi, per qualche chilometro non si trova nulla di nulla. Però è una spiaggia meravigliosa, dove il sole picchia forte, ma dal terribilmente attraente. Qui, anche quando soffia il vento, si può fare il bagno senza rischiare troppo. Meravigliosa!

Come vedi, tutte queste spiagge mi hanno colpito per qualcosa: una perché selvaggia, un’altra perché comoda, una perché del tutto isolata dal mondo, un’altra perché situata in pieno centro cittadino.

Quali sono le tue spiagge preferite? E di queste, quali sono quelle che ti ispirano di più? A presto,

Bruna Athena

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.