Home » Viaggi » America » Viaggio negli Stati Uniti: costi, documenti e consigli

Viaggio negli Stati Uniti: costi, documenti e consigli

viaggio negli stati uniti: consigli

Un viaggio negli Stati Uniti è nei desideri di molti viaggiatori. Dall’esperienza di chi ha realizzato questo sogno, nasce una breve guida per organizzare il viaggio in ogni dettaglio.

Forse non conosco nessuno che non desideri fare un viaggio negli Stati Uniti, almeno una volta nella vita. E che sia per visitare New York o San Francisco oppure per un’avventura on the road, non ha troppa importanza. Tutti, prima o poi, immaginiamo di approdare negli States.
Non è un sogno irrealizzabile, anzi. Anche i voli a/r per gli USA si trovano a buon mercato, ma si tratta pur sempre di un viaggio lungo. Nessuno andrebbe dall’altra parte del mondo per un fine settimana, non trovi? A maggior ragione, partire preparati per gli Stati Uniti è fondamentale: per gustarsi tutto pienamente ed evitare problemi di ogni genere. Desidero proporti questa breve guida per rispondere alle possibili domande che ti stai ponendo, ad esempio, su come ottenere l’ESTA, documento obbligatorio per entrare negli USA, o su cosa portare in valigia. E prendo proprio spunto dai racconti di coloro che hanno vissuto l’esperienza indimenticabile del viaggio in America.

San Francisco. Foto di Giulia Migliore.

Come organizzare un viaggio negli Stati Uniti

Un viaggio negli Stati Uniti può essere vissuto concentrandosi su alcune città o stati in particolare; in alternativa, on the road, percorrendo le strade che conducono ai grandi parchi naturali. Be’, poi c’è il caso del tutto particolare del viaggio alle Hawaii, di cui ti ho parlato insieme a Loris. In ogni caso, partire preparati e con le idee ben chiare è più importante di quanto immagini. Le cose da fare sono tante, non ci sono solo i bagagli da fare, l’itinerario da definire, ma anche l’assicurazione da stipulare e i documenti da procurarsi. Eh no, non stai andando nell’Europa comunitaria. Vediamo punto per punto ogni aspetto dell’organizzazione.

I documenti necessari e l’assicurazione da viaggio

Cosa molto ovvia, per andare negli Stati Uniti hai bisogno del passaporto. Se è il tuo primo viaggio al di fuori della Comunità Europea, considera che i tempi di attesa per il passaporto variano dai 15 giorni ai 30 giorni. Dipende in primo luogo dall’efficienza degli uffici pubblici della tua città. Credo che sia più saggio muoversi sempre d’anticipo. Il costo complessivo del passaporto si aggira intorno ai 120 € e hai bisogno di:

  • fototessere specifiche, quindi chiarisci al fotografo che sono da passaporto. Procurati
  • una marca da bollo da € 73,50;
  • ricevuta del pagamento di € 42.50 per il passaporto ordinario, effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro.

Puoi fare richiesta del passaporto al commissariato di Polizia del tuo quartiere, ma, per mia esperienza diretta, ti consiglio di recarti direttamente agli Uffici della Questura: da qui le tempistiche sono più brevi. 

Nel particolare, per recarti degli Stati Uniti devi procurarti l’ESTA. Infatti, il visto non è necessario nel caso in cui si viaggi per turismo o per lavoro, se il periodo di permanenza negli USA non supera i 90 giorni e se si possiede un biglietto di ritorno. Al contrario, per effettuare l’ingresso nel paese è assolutamente necessario entrare nell’Electronic System for Travel Authorization. L’ESTA è infatti un sistema che permette alle autorità statunitensi di effettuare controlli preliminari dei visitatori in arrivo in aereo o in nave.

organizzare un viaggio negli usa
Las Vegas. Foto di Giulia Migliore.

L’assicurazione di viaggio non è obbligatoria, conviene però che tu la faccia per star più tranquillo. Ciò significa che non ti verrà chiesto di possedere una copertura assicurativa per entrare nel paese. D’altro canto, come forse bene sai, il sistema sanitario statunitense è molto diverso dal nostro e in nessun caso lo Stato italiano prevede di coprire le spese dovute a un possibile ricovero o intervento medico.  I costi non sono così esosi, basta guardare questa tabella comparativa.

Gli on the road: come fare?

 viaggio on the road negli stati uniti
Monumental Valley. Foto di Giulia Migliore.

Anche se visiti una sola città – ovunque nel mondo – è sempre meglio stabilire un percorso ideale da seguire. Infatti, più estesa è la città, più siti offre da visitare e maggiore è il rischio di vedere poco e nulla senza un programma preciso. Questo ragionamento vale molto di più per un on the road negli USA. È difficile rendersene conto, ma gli spazi negli Stati Uniti sono a dir poco enormi: definire un itinerario è fondamentale. Ciò vuol dire che con cartina alla mano definisci quali sono le tue mete, i chilometri giornalieri da percorrere e le soste da fare. Potresti percorrere lunghi tratti di strada assolutamente deserti! In ogni caso:

  • puoi noleggiare l’auto prima di partire oppure direttamente in aeroporto; valgono le stesse condizioni di un noleggio in Europa: hai bisogno della carta di credito con deposito minimo, la tariffa aumenta se ci sono più guidatori, se restituisci l’auto in ritardo paghi la penale, non ti viene restituito nulla se riporti l’auto in anticipo;
  • se le distanze sono maggiori, d’altro canto la benzina costa molto meno che in Europa e lo stesso vale per le autostrade;
  • per guidare negli Stati Uniti basterebbe la patente B europea, anche se ufficialmente è consigliabile; dai un’occhiata a questo prospetto per sapere di più sulla patente internazionale.

La valigia per gli USA: cosa portare?

Gli Stati Uniti sono a tutti gli effetti un continente, per cui così come varia il fuso orario varia anche il clima. Ad esempio, ad ottobre a Miami e Los Angeles sei in pantaloncini e bikini, mentre a New York già indossi il piumino. Dipende molto da dove vai, naturalmente. Le difficoltà aumentano con gli on the road, che prevedono spostamenti da uno stato a un altro: a Las Vegas il caldo è umido e torrido, in Arizona è secco, a San Francisco può fare caldo di giorno e molto freddo di sera. Il classico sistema del vestirsi “a cipolla” funziona bene, ma non dimenticare:

  • impermeabile e/o giacca anti vento
  • cappello
  • protezione solare

Eh no, con il sole nel deserto non si scherza MAI, nemmeno con il caldo secco!

on the road usa: visita ai parchi
Antelope Canyon. Foto di Giulia Migliore.

Moneta e connessione wi-fi

Dopo aver ascoltato i racconti delle persone che hanno viaggiato negli Stati Uniti, ti consiglio di prelevare pochi contanti e di pagare preferibilmente con il POS. Per quel che riguarda la connessione, normalmente nelle città americane trovi tanti esercizi – café, ristoranti, autogrill, ecc – con wi-fi gratuito. Essere in contatto con amici e familiari non sarà affatto complicato, via WhatsApp. Se però hai necessità di telefonare, informati sui piani tariffari del tuo gestore telefonico prima di partire, per evitare brutte sorprese.

viaggio a san francisco
San Francisco avvolta dalla nebbia. Foto di Giulia Migliore.

Viaggio negli Stati Uniti: i costi

Quanto costa un viaggio negli Stati Uniti? Bella domanda! Il prezzo base varia a seconda di diversi fattori, che vanno dalle tariffe aeree al momento della prenotazione al tipo di alloggio in cui scegli di dormire. Considera una cifra media che si aggira intorno ai 1200/1500€ a persona, comprensiva di voli, alloggio e ingresso a siti da visitare.

Con il dovuto anticipo, puoi trovare offerte per i voli abbastanza vantaggiose. Se non hai intenzione di prenotare un viaggio in agenzia, la cosa più logica da fare è fissare un budget che si aggiri intorno ai 400 € e monitorare le offerte durante l’anno. Di seguito, ti mostro le tariffe a novembre 2019 per tre città.

viaggio negli stati uniti costi
Volo A/R Roma Fiumicino – New York, 10-16 novembre 2019. Ricerca effettuata su Skyscanner.

Puoi notare che mediamente i biglietti per New York costano meno dei biglietti per Miami e San Francisco.

viaggio negli Stati Uniti voli
Volo A/R Roma Fiumicino – San Francisco, 10-16 novembre 2019. Ricerca effettuata su Skyscanner.

Ogni città ha un costo della vita differente.  Ad ora, San Francisco è la città più costosa degli USA e tra le più costose al mondo. Per tenere basso il budget negli on the road, un suggerimento è quello di mangiare negli autogrill – ricorda che lì le porzioni sono sempre più abbondanti che in Europa!

viaggio negli stati uniti offerte
Volo A/R Roma Fiumicino – Miami, 10-16 novembre 2019. Ricerca effettuata su Skyscanner.

Per ora è tutto. Spero che questa guida ti torni utile in qualche modo e che presto tu possa fare il tuo viaggio negli Stati Uniti. Se hai altri consigli o domande da pormi, scrivimi nei commenti oppure mandami una e-mail. A presto,

Bruna Athena

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.