Home » Libri » Letteratura italiana » Il ragazzo ombra – Diario vittoriano, Laura Costantini

Il ragazzo ombra – Diario vittoriano, Laura Costantini

recensione di il ragazzo ombra di laura costantini

Recensione di Il ragazzo ombra, il primo volume della saga di Laura Costantini Diario vittoriano.

Desidero farti viaggiare tra 2 continenti, nella vastità di un impero che ha fatto la storia, portando con sé l’impronta di enormi e gravi contraddizioni interne: povertà, disuguaglianza, sfruttamento. Con Il ragazzo ombra – Diario vittoriano e la sua autrice, Laura Costantini, ti porto in India e in Gran Bretagna per parlarti della storia di Robert e Kiran.

Il ragazzo ombra – Diario vittoriano vol.1: cenni sulla trama

Robert è un ragazzo solo, apparentemente fragile e desideroso di affetto. Trascinato dalla Gran Bretagna all’India, l’estesa colonia dell’Impero della regina Vittoria, mal sopporta il clima indiano umido e soffocante, ma più di ogni altra cosa il regime di segregazione in cui è costretto a vivere. La sua vita improvvisamente cambia quando incontra Kiran, il ragazzo ombra, un bellissimo giovane dalle sembianze quasi androgine. Per Robert diventa una vera ossessione, l’ancora di salvezza a cui aggrapparsi per fuggire dalla solitudine che gli attanaglia il cuore. Ma Kiran è molto più di questo: è la ragione per cui sir William, il padre di Robert, è venuto in India; è motivo di scandalo per l’aristocrazia fasulla e perbenista anglosassone; è più o meno volontariamente la ragione di tutti i problemi avvenire che Robert dovrà affrontare. Il ragazzo ombra è tanto affascinante e carismatico quanto un fulmine a ciel sereno nella vita del ragazzo inglese.

Considerazioni su Il ragazzo ombra

Amo in modo particolare l’India, un paese che mi piacerebbe visitare almeno una volta nella vita, e amo le storie ambientate in un contesto storico ben delineato e descritto in modo dettagliato. Per queste ragioni ho voluto leggere Il ragazzo ombra di Laura Costantini, il primo volume della saga Diario vittoriano. E c’è poi un motivo in più: il chiaro riferimento – basta leggere la presentazione del libro per trovarlo – al forte affetto tra i due ragazzi, ritenuto poco consono e pericoloso.

La storia di Kiran è estremamente sordida: figlio bastardo di una lady inglese, viene venduto a un lord pederasta e poi costretto a prostituirsi in un bordello di Calcutta.

A soli 13 anni, Kiran ha visto tutto il peggio di cui è capace l’essere umano. Nonostante sia stato solo vittima innocente del male compiuto da adulti consapevoli e senza scrupoli, Kiran è considerato un essere abietto, più dei suoi stessi carnefici, e infettante, cioè un soggetto da tenere a distanza.

Inutile dire quanto storie come questa mi scuotano il sangue nelle vene.

Il ragazzo ombra è un romanzo che cattura l’attenzione del lettore, perché l’autrice riesce a tenere alta la tensione e stimolare la curiosità. Si legge con quella sana fretta di sapere cosa accadrà, dove risiede la verità, cos’altro c’è da scoprire a proposito della vicenda di Kiran e Robert. Si può considerare una piacevole lettura, sicuramente di intrattenimento, ma intrigante e, in ogni caso, stimolante. Infatti, proprio nel suo essere una storia dai tratti repellenti, porta a ripensare a una realtà storica drammatica che, erroneamente, crediamo appartenere al passato – in questo caso, l’epoca vittoriana -, ma che resta tristemente attuale: lo sfruttamento minorile e la pedofilia. 

Una cosa è certa: ora sono curiosa di leggere il secondo volume della saga! A presto.

Bruna Athena

4 commenti su “Il ragazzo ombra – Diario vittoriano, Laura Costantini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.