Home » Viaggi » Europa » Cosa visitare a Vienna: il Castello del Belvedere e lo Schönbrunn

Cosa visitare a Vienna: il Castello del Belvedere e lo Schönbrunn

cosa vedere a vienna castello del belvedere

Vienna è una città molto raffinata, avvolta nell’atmosfera elegante propria di quelle capitali europee che trasudano arte, storia e musica da ogni sanpietrino. Dovo averti già parlato di cosa vedere a Vienna in 2 giorni, adesso desidero portarti in due siti a parer mio bellissimi, che non mi sarei persa per nulla al mondo: il Castello del Belvedere e la residenza dello Schönbrunn. Preparati ad entrare in un museo eccezionale e in una delle regge imperiali tra le più belle d’Europa.

Cosa visitare a Vienna: arte e storia in Austria

Come ho già avuto occasione di dirti, per visitare Vienna ci vorrebbero diversi giorni e un bel budget a disposizione. La città è molto economica e possiede tanti musei. Eppure, per consigliarti cosa visitare a Vienna senza se e senza ma, io farei due nomi: il Belvedere e lo Schönbrunn. Il mio consiglio è di riservare una giornata per fare tappa alle due residenze reali e spero che questo mio post ti aiuti a organizzarti al meglio. Soprattutto, spero ti facciano venire voglia di visitarli! Già inizio col dirti che ti converrebbe acquistare in anticipo i biglietti del Belvedere, ma soprattutto quelli della residenza Schönbrunn, ché è decisamente più frequentata, in particolar modo quando il tempo permette e si possono visitare anche i giardini – quelli sono gratuiti e, secondo me, davvero belli.

Il Castello del Belvedere

Senza aver visitato il Castello del Belvedere non sarei andata via da Vienna. Tanto che è particolare questo palazzo? Qui si trova una delle opere artistiche che più amo in assoluto: il “Bacio” di Gustav Klimt. Il Belvedere è una delle residenze reali più belle d’Europa, realizzata in raffinato stile barocco. È un complesso che comprende due edifici, il Belvedere superiore – Oberes Belvedere – e il Belvedere inferiore – Unteres Belvedere –, separati dai giardini alla francese. Ad onor del vero, abbiamo trovato che i giardini fossero alquanto tristi, anche se sono considerati di gran pregio: conservano ancora il loro aspetto originario, quindi i prati a jeux d’eau – giochi d’acqua – sono ben visibili. Forse a marzo fa troppo freddo, magari con il caldo sono più godibili.

Ad ogni modo, il Belvedere superiore ospita la Galleria Austriaca – Österreichische Galerie – che poi di fatto è ciò che si visita nel castello. L’esposizione artistica è tra le più pregevoli d’Europa: oltre a conservare alcune delle opere più famose di Gustav Klimt – il Bacio, la Giuditta, La sposa -, nella galleria ci sono opere di Van Gogh, Claude Monet, Egon Schiele e Oskar Kokoschka. Ti ho citato, naturalmente, i nomi degli artisti maggiori. Ah, all’interno della mostra è vietato fare foto e quindi non posso farti vedere nulla – o quasi.

galleria d'arte belvedere gustav klimt

Il Belvedere inferiore solitamente ospita altre esposizioni, soprattutto temporanee. Sempre che non ci sia qualcosa che ti interessa particolarmente, direi di concentrarti sulla Galleria Austriaca. Le due parti del complesso hanno prezzi differenti: il Belvedere superiore costa 15€, mentre il Belvedere inferiori 13€. Naturalmente, ci sono soluzioni combinate e biglietti cumulativi. Ti rimando al sito del Belvedere Museum sul quale trovi maggiori informazioni e dal quale puoi anche prenotare eventualmente i biglietti.

Per raggiungere il Castello del Belvedere dal centro storico di ViennaStephansplatz, Museumquartier – prendi U1, linea rossa della metropolitana, e scendi a Südtiroler Platz-Hauptbahnhof e in pochi minuti a piedi sei al sito. Altrimenti, dalla stazione centrale – Wien Mitte – puoi prendere la linea ferroviaria S6 e scendere a Quartier Belvedere.

La residenza dello Schönbrunn

Dal Belvedere, prendi la U1 nella direzione del centro, scendi a Karlsplatz e prendi la U3, linea verde, in direzione Hütteldorf: in sette fermate arrivi allo Schönbrunn. Attenzione! In inverno il palazzo chiude alle ore 17 e in estate alle ore 18 – vale anche per il Belvedere: organizzati con le tempistiche! Tieni conti che è probabile che la visita più lunga sia proprio quella dello Schönbrunn: è una residenza immensa. Detto questo, devo premettere che noi abbiamo deciso di non visitare internamente il palazzo, ma di andare passeggiando per i suoi bellissimi giardini. In effetti, dopo tante visite, ci siamo un po’ stufati delle stanze personali di re e regine: gira e rigira, sono tutte uguali.

cosa vedere a vienna schonbrunn

Lo Schönbrunn è stata residenza degli Asburgo a partire dal Settecento, fino alla fine della Grande Guerra (1918). In questo palazzo alloggiò, nella stagione estiva, la regina illuminata Maria Teresa: immaginala ad intrattenersi nel teatro di corte con un’esecuzione di Mozart! Altra personalità legata a questo luogo è l’imperatrice Sissi, naturalmente.

È un castello molto vasto che, come la stessa Versailles, a suo tempo si trovava al di fuori della città. Oggi fa parte della periferia di Vienna e si raggiunge senza difficoltà. Allo Schönbrunn funziona un po’ come al Belvedere: esistono più percorsi, che comprendono diverse visite e hanno prezzi differenti. Come ti ho accennato, abbiamo preferito vedere solo i giardini, ai quali si può accedere gratuitamente, ma fatte salve alcune eccezioni. Ad esempio, il Labirinto Nuovo si paga a parte, come l’Orangerie e l’ingresso alle Gloriette. Be’, devi essere tu a scegliere il percorso che più ti attira: sul sito ufficiale trovi tutti gli itinerari e i biglietti dello Schönbrunn.

schonbrunn gloriette

Noi abbiamo passeggiato per i giardini, nei quali vanno a rilassarsi o fare sport non solo turisti, ma anche tanti viennesi. Per arrivare fino alle Gloriette bisogna fare una bella scarpinata, ma vieni ripagato della fatica dal panorama che si gode dall’alto, sui prati. Le Gloriette sono un monumento celebrativo; se vuoi accedere al punto ristoro, paghi l’ingresso presso la biglietteria, che si trova all’ingresso principale della residenza.

giardini schonbrunn

Considerato il numero di sale che comprende e la vastità delle aree esterne, allo Schönbrunn devi passarci un po’ di tempo. L’ideale sarebbe se riuscissi a trattenerti a Vienna quanto basta per visitare Belvedere e Schönbrunn in giorni diversi, così da fare tutto con più calma. Se poi, come Mr. S e me, ami fare i tour de force, allora puoi anche farcela in un solo giorno, ma rinunciando a qualcosa.

Spero che questo mio blog post possa esserti in qualche modo d’aiuto. E sappi che con Vienna non è finita qui: ci torneremo tra qualche settimana. Stay tuned!

Bruna Athena

Condividi l'articolo se ti è piaciuto!

6 commenti su “Cosa visitare a Vienna: il Castello del Belvedere e lo Schönbrunn”

  1. Ho girato Vienna in lungo e in largo e posso dire con certezza che il Castello di Schonbrunn è il punto forte della città. Ero li ad agosto (un caldo da ucciderti) ma nonostante il sole che picchiava forte sono rimasta le ore a fotografare questa meraviglia, i giardini in particolar modo. Vienna ha una classe mai vista finora! 🙂

    1. Infatti l’ho pensato che potesse essere il luogo preferito da tutti – turisti e viennesi – per sfuggire all’afa cittadina. Sono convinta del fatto che sia una delle città più eleganti viste fino ad ora!

  2. Il Castello di Schonbrunn è uno dei più belli che abbia mai visitato, molto più bello del Belvedere a mio parere. E anche la visita è organizzata benissimo, completa e ci sono tante curiosità da scoprire.

  3. Pingback: Viaggio a Vienna consigli utili - Il Mondo di Athena Viaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.