Home » Libri » Letteratura straniera » Sottomissione, Michel Houllebecq

Sottomissione, Michel Houllebecq

Sì, Sottomissione è proprio quel libro che in Italia è uscito poco dopo l’attentato di Parigi alla redazione di Charlie Hebdo. Sì, Sottomissione è proprio quel libro del genere distopico in cui si immagina la Francia in mano ai musulmani.

Michel Houellebecq mi ha fatto proprio incazzare. Oddio, non avevo mai letto niente prima di questo autore, che mi ha fatto proprio incazzare.

sottomissione_houellebecq

“Ma è un libro distopico!”. Certo, è un ROMANZO DISTOPICO, ma è un romanzo distopico (SPOILER) che mi ha fatto proprio incazzare. Ah, ma te l’ho detto che mi ha fatto proprio incazzare???

Il gioco è bello quando dura poco: smetto di dire che effetto mi ha fatto e tento di spiegare perché, provando ad essere diplomatica…

Mi ha fatto i musulmani al potere – ed io con loro ho un rapporto difficile; mi ha fatto cacciare la donne dalle facoltà universitarie più di prestigio – quelle che portano a comandare; mi ha fatto coprire le donne da capo a piedi; infine, il non plus ultra: ha reso legale la poligamia.

Lo so, non avrei dovuto pensarlo: avrei gettato il libro dalla finestra. Qualcuno mi potrà obiettare che, d’altro canto, non è possibile che possa accadere qualcosa di simile: le donne protesterebbero.

Non ho dubbi: gli uomini, se potessero, preferirebbero sposare giovincelle disposte a fare da sguattere e se ne prenderebbero anche due o tre. Per me su questo non ci piove; da donna protesterei, eccome! Intanto, pensa a quante cose sono accadute, nel mondo, nella totale indifferenza.

In effetti, gli elementi di fondo di Sottomissione sono principalmente due: quanto appartiene alla sfera corporale è di certo preponderante, così come lo è una indifferenza di tutti a quanto accade intorno. Così, il protagonista è il solito maschio medio sempre alla ricerca di…femmine e, benché sia alquanto intelligente ed acuto, nonché perplesso quando vede cambiare in un certo senso la società fracese, non fa nulla per frenare il processo di metamorfosi – che di fatto è un tornare indietro – e, anzi, si adegua volentieri: come tutti, e tutte a quanto pare.

Nessuno fa niente, nessuna dice “A”. Resto basita. Leggerò altro di Michel Houellebecq, ma spero mi faccia irritare meno. Alla prossima lettura,

Bruna Athena

0 commenti su “Sottomissione, Michel Houllebecq”

  1. Ma l’avrà scritto con intento provocatorio questo romanzo? Magari per fare scalpore e vendere più libri? Mah, non saprei cosa dire, non ho letto nulla di Houellebecq, so solo, da alcune cose che ho letto in giro, che viene spesso definito come un nichilista…

    1. Potrebbe essere calzante definirlo nichilista: come ho scritto, di fatto ciò che colpisce è la totale indifferenza di tutti a quanto accade. In questo senso, è nichilismo: qualsiasi cosa accada, che distrugge quanto c’è, non ha importanza.

      1. Mi sorprende che diate tanta importanza ad un libro banalmente provocatorio. Oltre tutto, il suo scopo di cercare di rivoltare le coscienze contro l’Islam non mi pare esattamente la cosa più saggia da fare in quest’epoca storica.
        In questo momento vivo in Francia e vi assicuro che è uno dei paesi più laici del mondo, altro che islamizzazione.
        Semmai poi un giorno, in un ipotetico futuro, i nostri paesi europei dovessero essere stravolti da certe tradizioni arabe, la colpa sarà solo nostra, perchè restano quasi solo “loro” a fare figli. Questo comporta il rischio che un domani la loro “cultura” possa divenire democraticamente prevalente, ed ai nostri discendenti forse non resterà che “adattarsi”.
        Ciao a tutti.
        Francesco.
        http://oltre-i-confini.blogspot.com

      2. Io tanta importanza non la do: sono una lettrice curiosa e, per me, lo spirito provocatorio era tutto da dimostrarsi. Non sono una che si fida facilmente delle opinioni altrui per partito preso. Non ho fatto riferimento alcuno all’islamizzazione della Francia: non vivo lì, ma so molto bene che è parecchio laica. Il romanzo, e l’ho sottolineato al principio, è un romanzo DISTOPICO: immagina situazioni particolari in un futuro indeterminato. Infine, non credo affatto che sollevi le persone contro l’Islam: io contro l’Islam ci sono nata, tant’è che non mi adatterei mai e poi mai, di certo non dovevo aspettare Houellebecq per “sollevarmici” contro. Infine, letto il libro?

  2. Ho letto questo libro e mi sono incazzata come te! 🙂
    Per più e più volte ho pensato di abbandonarlo, ma sono contenta di non averlo fatto perché, diversamente, non avrei potuto parlarne.

    Tuttavia, devo dire che alla fine, dopo TANTA incazzatura, dopo aver smaltito il tutto, ho iniziato a vederlo con occhi leggermente diversi.
    O meglio, la mia visione non è cambiata, ma ho iniziato a riflettere su quanto fragile fosse la natura umana. E su questo non credo che lui abbia esagerato. Basta pensare a tutte le dittature del ‘900 per ricordarci di come l’uomo può essere capace di seguire il gregge.

    E quindi, per fartela breve, all’incazzatura è seguita la tristezza!

    Anch’io non avevo letto altro di suo, e per il momento non è in programma.
    Ma mi riservo la possibilità di cambiare idea se qualcuno riesce a convincermi 😀

    Buona serata 🙂

    Giulia ☀

    1. Ciao Giulia! Sì, credo che l’ira che ha scatenato in me dipendesse proprio dalla consapevolezza che la storia insegna che certe brutture sono possibili. Certo, magari non nella laicissima Francia, ma non è detto che sia impossibile altrove. Improbabile, non impossibile. Buona serata!

  3. Bruna, Bruna carissima, anche a me sti mussurmani fanno davvero TANTA TANTA paura. E voi donne dovreste avere ancoras piu PAURA. Perche sti arabi sottomettono le loro donne e le NOSTRE le STRUPRANO. Non sanno tenere a bada il pinturicchio. Quelli non stanno abituati alla liberta che abbiamo noi: le donne LORO le mandano in giro tutte COPERTE e appena vedono una della NOSTRE ci SALTANO ADDOSSO. VERGOGNA!!! certo e vero anche che voi esagerate un po troppo spesso nelllll’abbigliamento, pero e anche un po COLPA LORO.
    Adesso con i barconi ne arrivano sempre di piu, fra un hanno o due saranno piu loro che NOI!! e SPAVENTOSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.