Home » Libri » Letteratura straniera » Gabriella garofano e cannella, Jorge Amado

Gabriella garofano e cannella, Jorge Amado

Oggi mi tocca l’ingrato compito di descrivere uno dei personaggi femminili più belli che abbia mai avuto la fortuna di incontrare nella mia breve vita da lettrice. Per la prima volta ho letto un romanzo di Jorge Amado, Gabriella garofano e cannella: il mio amore per gli autori sudamericani si è rafforzato ulteriormente.

Amado Gabriella

La vicenda di Gabriella e Nacib, siriano naturalizzato brasiliano, prende avvio nella città di Ilhéus, nello Stato di Bahia, nel parte nord-orientale del Brasile. Nel corso degli anni ’20 questo luogo è ancora selvaggio negli usi e nei costumi, ma sta inesorabilmente arrivando il progresso per trasformarlo radicalmente: una rivoluzione economica e politica, prima di tutto, e solo poi una lentissima rivoluzione sociale, che prende avvio proprio da questa singolare figura di Gabriella.

Come uno dei più simpatici personaggi del romanzo afferma, Gabriella non si può spiegare, perché spiegare è limitare le cose. Oggi, un certo maschilismo a cui anche le donne si sono purtroppo fin troppo adattate, definirebbe Gabriella un’oca ingenua, una facile. Gabriella non è un’oca e non è facile: lei è amore per tutto ciò che di bello c’è nel mondo. Diversi uomini l’hanno avuta, moltissimi la desiderano e restano come stregati dal suo fascino ingenuo, per niente volgare, in tutto e per tutto spontaneo. Gabriella desidera cose semplici, quelle poche che le piacciono e la rendono ogni giorno felice: camminare scalza, cucinare per il suo Nacib, ballare e ridere quando più le aggrada.

Non ha senso per Gabriella seguire regole mortificatrici di questi piccoli ma essenziali piaceri della sua semplice vita. Sì, perché nella sostanza questo ha di incredibile lei: sa inconsciamente qual è l’essenza delle cose e dei sentimenti- abilità che al limite si affina nel tempo, che si possiede oppure no.

Per tale motivo, al di là di quanto possa farle piacere giacere con tanti uomini, in fondo ne ama profondamente solo uno: il suo Nacib, il quale è a suo modo insostituibile. Priva di malizia e di secondi fini, Gabriella è la dolcezza e la bontà fatte persona. Un fiore che profuma più degli altri, che messo nel vaso però appassisce.

Gabriella è il vero progresso, è avanti anni luce, anche rispetto a noi, prede del senso di possesso che ci complica l’esistenza. Ella invece se la semplifica, vivendo e amando l’essenza delle cose. E Nacib? Beh, anche lui è il vero e proprio progresso: ma non posso andare oltre, altrimenti svelo troppo. E Gabriella garofano e cannella non può essere svelato da terzi, devi leggerlo.

Chiuso il libro, terminate le quasi cinquecento pagine di Amado, ho sentito subito il senso di mancanza: di Gabriella, di Nacib, di Ilhéus e di tutti colori che hanno accompagnato i due amanti, rendendo questa lettura un viaggio senza precedenti in questa terra a tratti barbara e a tratti piena di saggezza.

4 commenti su “Gabriella garofano e cannella, Jorge Amado”

  1. Gentile athenabruna,
    sono finito sul tuo blog di rimbalzo attraverso Facebook… Ho letto qualche recensione e ho notato una grave mancanza: nel caso di autori stranieri non viene citato il nome del traduttore.
    C’è un motivo particolare? È “solo” distrazione?
    Sarebbe bello se voi blogger -ma dovrebbe essere la prassi per tutte quelle persone che scrivono di libri- vi ricordaste di citare una figura fondamentale per la circolazione delle letterature del/nel mondo: il traduttore. In fin dei conti non vi costa nulla…
    Grazie a nome della categoria!
    Buon Natale ☺
    Francesco

    1. Buongiorno Francesco, di solito mi limito a rimandare il lettore alla pagina di approfondimento del libro, sui siti ufficiali delle case editrici, dove sulla scheda compare ogni dettagli inerente al libro. Ad ogni modo no, non mi costa nulla fare riferimento al traduttore. Grazie per il suggerimento, buone feste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.